cerca CERCA
Sabato 22 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:22
Temi caldi

Salute: da Beethoven a Sting, udito debole per 1 musicista su 2 (2)

17 febbraio 2014 | 14.49
LETTURA: 2 minuti

(Adnkronos Salute) - Udito 'tallone d'Achille' anche per il chitarrista blues britannico Eric Clapton, 3 inserimenti nella Rock'n'Roll Hall of Fame. Così come per il batterista dei Metallica Lars Ulrich, che confessò di soffrire da parecchi anni di acufene, spiegando che il problema iniziò nel 1988 e andò via via peggiorando dopo i grandi tour mondiali della band: "Ho suonato rock ad alto volume per 35 anni - disse - e in passato non usavo protezioni per le orecchie. Sento un ronzio costante nelle orecchie e non se ne va mai del tutto".

Ma anche alcuni cantanti italiani hanno rivelato di non sentirci benissimo, ricorda la nota. Ad esempio Gino Paoli, che dichiarò di essere "vittima di una vita trascorsa accanto agli amplificatori". Mentre per Red Canzian, bassista dei Pooh, "tutti i musicisti figli del beat oggi hanno problemi di udito, perché negli anni '60 e '70 si tenevano gli amplificatori sulla scena e i cantanti erano investiti alle spalle da suoni violenti".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza