cerca CERCA
Sabato 29 Gennaio 2022
Aggiornato: 07:33
Temi caldi

Salute: geriatra, 80enni come 50enni negli anni '70 ma Pannella caso a se'

24 aprile 2014 | 19.41
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Roma, 24 apr (Adnkronos Salute) - Più di ottant'anni e nessuna voglia di 'ritirarsi in campagna' o di rinunciare alle sfide. Sono sempre di più 'i grandi vecchi' italiani attivi ed energici, una popolazione destinata a crescere. Gli ottantenni di oggi, infatti, sono, dal punto di vista psico-fisico, "paragonabili ai cinquantenni di 40 anni fa", spiega all'Adnkronos Salute Niccolò Marchionni, docente di geriatria all'università di Firenze, che non si meraviglia dell'annuncio del leader radicale Marco Pannella, uscito solo ieri dalla rianimazione dopo un intervento chirurgico, di cominciare lo sciopero della sete. Secondo l'esperto, infatti, quello di Pannella è un caso del tutto speciale.

Il leader radicale, ma anche Giorgio Napolitano, Dario Fo' e Umberto Veronesi, sono solo esempi di quanto l'età non rappresenti necessariamente un ostacolo ad impegni importanti e persino a nuove sfide. "Il numero degli anziani, come sappiamo, è in crescita. E - continua Marchionni - aumentano di molto le persone che arrivano ad essere dei 'grandi vecchi' con lucidità ed energia". Un trend che non si ferma. "Oggi si contano oltre 16mila centenari in Italia, una popolazione che si è triplicata negli ultimi 10 anni. E più del 50% dei nati negli anni 2000 arriverà a spegnere 100 candeline", dice l'esperto.

Non solo. Secondo le stime, considerando come punto di partenza il censimento del 1951, "nel 2030 avremo nel nostro Paese l'880% in più di ultraottantacinquenni, mentre i 65-75enni aumenteranno 'solo' del 220%, ciò significa che cresceranno enormemente" i grandi vecchi.

Una questione di geni "ma soprattutto di stili di vita: il patrimonio genetico è importante per la longevità, ma vale tra il 30 e il 40% contro l'influenza dell'ambiente, che conta tra il 60 e il 70%. Noi nasciamo con un patrimonio che può essere favorevole, ma possiamo sprecarlo rapidamente, con stili di vita sbagliati". Il caso di Pannella, però, "è speciale - ammette il geriatra - perché le abitudini non sane note a tutti - il fumo, lo stress, i tanti scioperi della fame e della sete - non sembrano averlo scalfito".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza