cerca CERCA
Giovedì 27 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:47
Temi caldi

Salute: medicina narrativa contro il diabete, nasce spazio web

15 maggio 2014 | 17.46
LETTURA: 3 minuti

Milano, 15 mag. (Adnkronos Salute) - Raccontare la malattia per sentirsi meglio. La parola come terapia è l'equazione pilastro della medicina narrativa, principio ispiratore di un'iniziativa per i pazienti diabetici, presentata oggi a Milano. Da oggi il sito www.iltuodiabete.it mette a disposizione di chi soffre di 'malattia del sangue dolce' uno spazio per esprimersi liberamente con il supporto di camici bianchi qualificati: gli esperti dell'Amd (Associazione medici diabetologi) e i dottori di famiglia della Simg (Società italiana di medicina generale). Virtuale la piazza, veri gli esperti. Obiettivo: evitare che la caccia alle notizie di medicina sul web (secondo le indagini il 90% degli italiani cerca online informazioni sul diabete) possa sfociare nella cosiddetta 'Cybercondria'. L'ipocondria da Internet, un rischio concreto se la corsa a 'Dottor Google' avviene senza bussola.

"La malattia di per sé crea ansia, spingendo a cercare e a confrontare le informazioni con altre persone nelle medesime condizioni - spiega Antonio Ceriello, presidente Amd, intervenuto al lancio del progetto promosso da DOC Generici - La Rete, come dimostrano le indagini, è la prima fonte di queste informazioni. E' fondamentale che sul web vi siano informazioni 'garantite', a fare da contraltare ai milioni di informazioni soggettive e non documentate o ad altre fornite con intenti commerciali e promozionali". Un'attività nella quale Amd è impegnata "da oltre 10 anni". Per Claudio Cricelli, presidente Simg, "l'illusione di poter accedere a qualunque informazione riguardante la salute delle persone è ormai pervasiva . Il web propone notizie, consigli, cure, soluzioni e prodotti. Un fenomeno che crea confusione e disinformazione, e va risolto attraverso la creazione di fonti di informazione accreditate e certificate".

Uno dei falsi miti sul diabete è la presunta 'incompatibilità' fra diabete e sport. "I progressi in ambito medico, farmacologico e sportivo - precisa invece Alessandro Biffi, past president della Società italiana di cardiologia dello sport - non solo hanno permesso la convivenza tra diabete e sport, anche agonistico, ma hanno dimostrato come l'attività fisica rappresenti uno dei migliori strumenti preventivi per il diabete e le sue complicanze. I benefici dell'attività fisica non si limitano a un generico miglioramento della qualità della vita, ma inducono nell'organismo aggiustamenti ed adattamenti che lo potenziano dal punto di vista metabolico, cardiovascolare, immunologico ed anche psicologico".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza