cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 11:44
Temi caldi

Salute: robot 'ripara' ginocchia con protesi ultima generazione

08 marzo 2014 | 12.29
LETTURA: 2 minuti

Roma, 8 mar. - (Adnkronos Salute) - Una donna di 72 anni, con le ginocchia 'vare', ovvero ricurve e una grave artrosi che la fa zoppicare, sarà la prima paziente che martedì prossimo verrà operata dal Centro traumatologico ortopedico (Cto) degli Istituti clinici di perfezionamento (Icp) di Milano, mediante una nuova tecnica chirurgica computerizzata che si basa sull'uso del rivoluzionario robot 'Rio' e di protesi di ultima generazione. "Lo scopo dell'intervento - spiega Norberto Confalonieri, primario dell'Icp di Milano - è quello di togliere il dolore mettendo una protesi parziale, solo nel comparto mediale. Nel frattempo correggeremo anche la deformità artrosica e raddrizzeremo la gamba".

In questo modo "la protesi sostituirà le cartilagini usurate - aggiunge Confalonieri - che procuravano dolore. Grazie al robot l'intervento sarà meno invasivo, l'incisione più piccola, la ripresa funzionale più precoce. In 15 giorni la signora camminerà senza stampelle. Dopo soli 3 giorni lascerà il reparto e inizierà la riabilitazione. Il robot - osserva il primario - e' pianificato da noi, per cui non può sbagliare. Rimuove l'osso che abbiamo deciso noi e solo quello. Per impiantare la protesi crea uno spazio sufficiente per infilarla e correggere la deformità". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza