Cerca
Home . Salute .

Dalla peste all'ebola, "La malattia che viaggia" in mostra a Venezia

SALUTE

Grandi malattie epidemiche del passato, come la peste, ma anche malattie infettive emergenti che, con l'enorme flusso migratorio in corso e l'incremento straordinario dei viaggi internazionali, diventano problemi di sanità globale. 'La Malattia che viaggia: dalla Peste ad Ebola' è il tema della mostra che si inaugura oggi pomeriggio a Venezia presso l'Ospedale San Giovanni e Paolo. L'esposizione illustra le caratteristiche cliniche ed epidemiologiche delle principali malattie epidemiche che hanno funestato il cammino dell'umanità: peste, sifilide, vaiolo, colera, tubercolosi, ma anche le misure di sanità pubblica adottate dagli Stati per fronteggiarle: lazzaretti, fedi e patenti di sanità, bandi, disinfezione delle lettere. Grandi malattie epidemiche del passato, ma anche malattie infettive emergenti, che diventano problemi di sanità internazionale quando si presentano con forza in qualche parte del mondo, come accade oggi per l'epidemia di Ebola che infierisce in Guinea, Sierra Leone e Liberia. La mostra - spiegano i promotori in una nota - contiene importanti riferimenti letterari: il Decamerone del Boccaccio, la storia della colonna infame, i Promessi sposi del Manzoni, la peste di Camus, la Maschera della morte di Edgar A. Poe, per consentire al pubblico di comprendere come la paura del contagio e della morte siano rimasti sempre gli stessi nei secoli e per avvicinare a questo evento culturale gli studenti italiani. L'esposizione presenta inoltre un grande numero di documenti originali: patenti di sanità, editti, piante di lazzaretti, oggetti di culto e di superstizione per scongiurare il flagello. La mostra rimarrà aperta dal 25 febbraio al 25 maggio 2015.