Home . Salute .

Alito cattivo, cause e rimedi

SALUTE
Alito cattivo, cause e rimedi

(Fotogramma)

Alito cattivo, ne soffre una persona su due. Responsabili i batteri del cavo orale che, come spiegano dal centro odontoiatrico dell'ospedale Humanitas di Rozzano nell'hinterland milanese, si nutrono dei residui di cibo, presenti nella bocca.


Igiene orale. E' necessario lavare i denti tre volte al giorno o almeno dopo ogni pasto. Vanno spazzolati per due o tre minuti, usare il filo interdentale e non dimenticare lo scovolino per pulire la lingua dai possibili residui batterici. E' bene fare anche una pulizia dei denti all'anno.

Colluttorio. Meglio evitare, consigliano dall'Humanitas, "quelli che contengono alcol che, anche se danno una sensazione di freschezza, perché potrebbero essere irritanti e disidratanti". Va usato il colluttorio, dopo aver lavato i denti, senza risciacquarli sennò se ne vanifica l'effetto.

Le cause. Se persiste potrebbe essere legata alla presenza di carie, ma anche a una gengivite ossia all'infiammazione delle gengive, dovuta alla presenza di placca e tartaro. Mai sottovalutarla perché può portare alla parodontite che, spiegano dall'Humanitas, è una infiammazione cronica del legamento che tiene attaccata la radice del dente all'osso. Anche quest'ultima, inutile dirlo, provoca l'alito cattivo.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.