Home . Salute . Farmaceutica . Farmaceutica: Cell Therapeutics cambia nome, diventa Cti BioPharma

Farmaceutica: Cell Therapeutics cambia nome, diventa Cti BioPharma

FARMACEUTICA

Milano, 30 mag. (Adnkronos Salute) - Cambia nome Cell Therapeutics Inc.: Cti, società biofarmaceutica attiva nel settore delle nuove terapie contro i tumori del sangue, annuncia la modifica della propria denominazione sociale in Cti BioPharma Corp., a partire da oggi, 30 maggio. Le azioni ordinarie dell'azienda continueranno a essere negoziate con l'attuale codice alfanumerico di quotazione, 'Ctic'. Nessuna azione è richiesta agli azionisti rispetto al cambiamento, precisa una nota. Cti modificherà il suo sito corporate da www.celltherapeutics.com a www.ctibiopharma.com; apporterà una variazione allo statuto, e depositerà una modifica del proprio atto costitutivo presso il Secretary of State dello Stato di Washington. La filiale europea interamente controllata dalla società, Cti Life Sciences Limited, rimarrà invariata.

"La ridenominazione da Cell Therapeutics a Cti BioPharma giunge in un momento significativo nella storia della nostra società e riflette meglio chi siamo oggi e le nostre aspirazioni di diventare leader nello sviluppo di terapie per pazienti affetti da tumori correlati al sangue", dichiara James A. Bianco, presidente e Ceo della società. "Sin dall'inizio Cti ha guardato alle nuove potenziali terapie dal punto di vista del paziente, per poter affrontare sia la necessità clinica che l'effetto che il trattamento può avere nella vita del malato. E' questo ciò che ci guida in tutto quello che facciamo e che traspare dai farmaci candidati che ora stiamo sviluppando e da quelli che cercheremo di acquisire".

"Al momento - ricorda Bianco - possiamo vantare una presenza commerciale in crescita in Europa per Pixuvri* (pixantrone) destinato a pazienti affetti da linfoma non-Hodgkin aggressivo, più volte recidivato a cellule B, e una pipeline di prodotti in stadio avanzato di sviluppo che include un programma di fase III per pacritinib, un nuovo inibitore della JAK2/FLT3, per pazienti affetti da mielofibrosi".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.