Home . Salute . Farmaceutica . Sclerosi multipla, 2 farmaci a confronto: pari efficacia

Sclerosi multipla, 2 farmaci a confronto: pari efficacia

FARMACEUTICA
Sclerosi multipla, 2 farmaci a confronto: pari efficacia

(Fotogramma/Ipa)

I due farmaci orali per il trattamento della sclerosi multipla recidivante remittente teriflunomide e dimetilfumarato sono "assolutamente sovrapponibili in termini di efficacia". È quanto emerge da uno studio di comparazione indipendente condotto dal Centro sclerosi multipla del Policlinico di Catania, al quale hanno preso parte anche altri centri siciliani, calabresi, napoletani e romani.

"Quello che abbiamo potuto osservare a distanza di un anno di valutazione su una coorte di 406 pazienti (203 trattati con teriflunomide e altrettanti con dimetilfumarato) è che non vi è nessuna differenza in termini di efficacia fra i due farmaci - spiega il responsabile del centro catanese Francesco Patti, in occasione del Congresso della Società italiana di neurologia (Sin) a Roma - I nostri dati evidenziano come da parte dei neurologi nazionali e internazionali vi sia una percezione errata, che tende a considerare il dimetilfumarato come un farmaco forse superiore per efficacia alla teriflunomide. Dopo un anno di trattamento - sottolinea - avevamo il 77-80% di pazienti liberi da attacchi e progressioni di disabilità".

"Nel gruppo con teriflunomide - aggiunge l'esperto - abbiamo poi avuto due gravidanze, andate a buon fine, che sono state oggetto di sospensione del trattamento. Questo farmaco - ricorda - prevede infatti la possibilità di una procedura di eliminazione accelerata, una sorta di 'lavaggio' dal teriflunomide attuato attraverso l’utilizzo di chelanti per via orale: qualora la donna dovesse rimanere incinta non intenzionalmente, potrebbe accelerare il 'lavaggio' in 10-14 giorni, portando a zero i valori", conclude.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.