Home . Salute . Medicina . Dalla ricerca Italia-Usa un modello in 3D di midollo osseo in seta/Foto

Dalla ricerca Italia-Usa un modello in 3D di midollo osseo in seta/Foto

MEDICINA

Un nuovo modello 3D in seta di midollo osseo per la produzione di piastrine con lo scopo di studiare le malattie e la possibilità di trasfondere le cellule prodotte 'ex-vivo'. Una lavoro all'avanguardia per studiare i meccanismi coinvolti nella produzione delle piastrine e per scoprire nuovi target terapeutici. E' la ricerca messa a punto da una collaborazione tra l'Università di Pavia e la Tufts University di Boston. Lo studio coordinato da Alessandra Balduini, ricercatrice del Dipartimento di Medicina molecolare dell'Università di Pavia, è stato pubblicato sulla rivista 'Blood'.

Il modello è interamente costruito con la seta che è un materiale naturale, biodegradabile e processato in acqua. Il filone della produzione di piastrine 'ex vivo' è attualmente considerato una delle maggiori sfide nell'ambito di ricerca dell'ematologia con importanti ripercussioni cliniche e industriali. Il modello è depositato come brevetto negli Stati Uniti, ma gli esperimenti sono stati condotti sia a Boston sia a Pavia grazie ai finanziamenti privati (Cariplo, Firb giovani e Nih R01).

Il progetto è stato portato avanti da diversi studenti che si sono spostati da Boston a Pavia grazie alla Whitacker Foundation e alla Tufts University e studenti che si sono spostati da Pavia a Boston grazie al progetto Pavia-Boston dell'Unipv.

Attualmente gli unici laboratori al mondo che hanno disegnato questo tipo di modello sono due quello dell'Università di Harvard e quello congiunto Università di Pavia-Tufts University. Nel 2015, diversi congressi internazionali hanno organizzato delle specifiche sessioni sull'argomento per un confronto tra il coordinatore del progetto di Harvard, Joe Italiano, e la professoressa Alessandra Balduini.