Cerca

In Germania terzo uomo libero da Hiv

MEDICINA
In Germania terzo uomo libero da Hiv

(Foto Afp)

A pochi giorni di distanza dall'annuncio del secondo paziente al mondo in remissione da più di 18 mesi dall'Hiv, un'università tedesca ha annunciato che un terzo uomo potrebbe essere libero dal virus. I ricercatori non hanno più rilevato l'Hiv nell'organismo del paziente, dopo che questi aveva subito un trattamento a base di cellule staminali per curare il cancro. Lo ha comunicato l'Università di Dusseldorf. Allo stesso tempo, l'ateneo tedesco ha sottolineato che è troppo presto per parlare di una cura: il paziente ha smesso di prendere i farmaci antivirali solo tre mesi e mezzo fa.


L'uomo, la cui identità non è stata resa nota, per curare il cancro aveva ricevuto un trapianto di cellule staminali provenienti da un donatore con una rara mutazione genetica che lo rende immune ad alcune forme di Hiv, si legge in una nota della rete di ricerca Icistem. Ora bisogna vedere se l'effetto perdurerà. In alcuni casi simili il virus è rimasto non rilevabile per diversi mesi prima di riapparire. In questi casi, tuttavia, i donatori non avevano la stessa mutazione 'scudo'.

Nei giorni scorsi, gli autori del lavoro britannico pubblicato su 'Nature' hanno spiegato che nel loro caso il trapianto di staminali del midollo osseo ha portato a una remissione a lungo termine il "paziente londinese", che potrebbe essere la seconda persona al mondo ad essere guarita. Per i ricercatori è comunque troppo presto per dirlo con certezza. Finora c'è solo un caso documentato di un uomo guarito dall'Hiv: dodici anni fa il "paziente di Berlino" fu sottoposto a un trapianto di staminali da un donatore con due copie della mutazione del gene CCR5, resistente all'Hiv. Da allora il virus è scomparso.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.