Home . Salute . Sanità . Sanita' Lazio: riconoscimento Lis, consiglio Regione avvia iter proposta legge

Sanita' Lazio: riconoscimento Lis, consiglio Regione avvia iter proposta legge

SANITÀ

Roma, 17 feb. (Adnkronos Salute) - Il Consiglio regionale del Lazio, e precisamente la commissione V presieduta da Eugenio Patanè (Pd), ha avviato i lavori per il riconoscimento della Lis, su impulso dello stesso presidente e del consigliere Rodolfo Lena (Pd). Nell'illustrare il testo il presidente Patanè ha ricordato che la sordità interessa in Italia oltre 70 mila persone e che uno o due bambini su mille ogni anno nascono sordi. "Alla luce di questi numeri -ha detto- è necessario fare il possibile, a tutti i livelli, per favorire la piena integrazione della popolazione con deficit uditivo e il superamento delle barriere che ancora sussistono. Riconoscere la lingua dei segni significa abbattere le barriere della comunicazione e dare opportunità a tutti di scegliere il modo di comunicazione preferenziale e più adeguato anche in relazione al contesto''.

''Con questa proposta -ha aggiunto- reclamiamo con forza un riconoscimento della Lis come Lingua dei Segni Italiana e sosteniamo tutte quelle iniziative che contribuiscono a realizzare appieno il diritto fondamentale di ogni essere umano ad esprimere se stesso nella propria lingua e a identificarsi positivamente con essa godendo del rispetto degli individui". Sono intervenuti nella discussione generale i consiglieri del Movimento 5 Stelle Gianluca Perilli e Silvana Denicolò. Perilli ha sottolineato la necessità di svolgere audizioni sull'argomento, anche in ambito medico; mentre Denicolò ha mostrato apprezzamento per l'inclusione, tra gli interventi che la legge intende sostenere, anche del ricorso a programmi di riconoscimento vocale e respeaking. (segue)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.