Home . Salute . Sanità . Staminali: Brescia chiude porte a biologa Stamina, infusioni sospese (2)

Staminali: Brescia chiude porte a biologa Stamina, infusioni sospese (2)

Vannoni propone nuova biologa che risulterebbe ricercatrice in Medestea

SANITÀ

(Adnkronos Salute) - Pur precisando che la legge non è chiara sulla necessità dell'iscrizione per operare nella struttura, il numero uno di Stamina Foundation comunica quindi l'invio, il giorno stesso 7 febbraio, della documentazione per avviare l'iter di iscrizione della Molino all'Albo dei biologi. Nel frattempo, poiché negli incubatori dei Civili sono già presenti "cellule di tre donatori", per non fermare le infusioni Vannoni indica a Belleri il possibile ingresso nel laboratorio staminali di Manuela Martano, una biologa regolarmente iscritta all'Ordine - spiega il presidente di Stamina - che in passato sarebbe già stata ammessa nel laboratorio per conto della Fondazione. Vannoni suggerisce inoltre che, in attesa di ottenere l'iscrizione all'Albo, la Molino rimanga in laboratorio "come osservatore per conto di Stamina Foundation".


Proposta che però il commissario straordinario dei Civili rispedisce al mittente: in assenza del titolo necessario a svolgere l'attività di biologo, e non ravvedendo necessità o utilità di un osservatore, "in nessun caso" sarà consentito a Erica Molino di accedere al laboratorio cellule staminali, scrive Belleri nell'ultima mail datata 8 febbraio. Comunicando quindi, in attesa degli accertamenti in corso, la sospensione temporanea delle attività programmate per questa settimana. Quanto alla biologa Martano, il commissario invita Vannoni a precisare le ragioni per cui ne richiede la presenza in laboratorio. Ma soprattutto, Belleri chiede a Vannoni di chiarire a che titolo la biologa operi per conto di Stamina, considerando che "risulta rivestire la posizione di ricercatore presso la società Medestea Biotech S.p.a".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.