Cerca

Sanita' Lombardia: Pd, pranzo Mantovani-Dg prova di nessuna discontinuita'

Valmaggi, modificare subito criteri di nomina vertici ospedali

SANITÀ

Milano, 17 mag. (Adnkronos Salute) - "Il pranzo elettorale dell'assessore alla Salute Mantovani con i direttori generali, i primari e i medici degli ospedali lombardi in favore dei candidati alle europee di Forza Italia dimostra che la discontinuità di cui parla Maroni non esiste". Lo afferma Sara Valmaggi (Pd), in merito a un pranzo "organizzato ieri dal vicepresidente della Regione Mario Mantovani in un ristorante di Lainate in favore di Giovanni Toti e Licia Ronzulli, candidati alle elezioni europee nelle liste di Forza Italia".


Per la vice presidente del Consiglio regionale, "se il governatore vuole davvero spezzare un sistema malato, basato sulla affiliazione politica, deve modificare subito la legge sui criteri di nomina dei direttori generali di Asl e aziende ospedaliere, istituendo una commissione esterna al sistema regionale che valuti i curricula esclusivamente secondo criteri di merito. Inoltre, i direttori amministrativi e sanitari non devono più essere scelti discrezionalmente dai direttori generali, ma selezionati attraverso un avviso pubblico".

Quanto alla commissione annunciata dal presidente lombardo Roberto Maroni per verificare l'operato dei Dg indagati dalla magistratura nell'ambito dell'inchiesta Expo, "non c’è bisogno di alcuna commissione - sostiene Valmaggi - E' necessario sospendere dal ruolo che ricopre chi è coinvolto nelle indagini in corso".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.