Cerca

Stamina: Mantovani, non ho soluzioni, Lombardia ha fatto il possibile

Non nego incontri a nessuno, ma aspetto Csm e ministro Salute

SANITÀ

Milano, 17 mag. (Adnkronos Salute) - Dopo il presidio organizzato questa mattina al Pirellone a Milano dal movimento politico Io Cambio e da alcuni genitori di bambini malati che chiedono i trattamenti Stamina per i loro figli, arriva la replica dell'assessore alla Salute della Regione Lombardia, Mario Mantovani: "Non avrei potuto incontrare i manifestanti, come mi è stato chiesto perché sono in campagna elettorale. Mi trovo fuori Milano, a Forlì. E poi concluderò il mio tour a Ferrara. Non nego colloqui a nessuno, ma preferirei incontrare queste persone se ho in mano delle soluzioni. Io al momento non ne ho. Per ora non riesco a dare loro nessuna speranza", spiega raggiunto telefonicamente dall'Adnkronos salute.


"Ora - ribadisce - aspetto che si esprimano il Csm, il ministro della Giustizia e il ministro della Salute perché noi siamo soggetti alla conversione di un decreto legge firmato dall'ex ministro Balduzzi e ci sono delle ordinanze di tribunale che impongono i trattamenti Stamina per diversi pazienti".

La Regione Lombardia, assicura, "ha fatto tutto quello che poteva e doveva fare. La richiesta diramata a tutte le Asl e aziende ospedaliere del territorio non ha avuto alcun esito: in Lombardia non c'è nessun medico del sistema sanitario regionale disponibile a proseguire i trattamenti secondo il metodo Stamina, dopo che i medici degli Spedali Civili di Brescia hanno assunto una posizione legittima che rispetto. Dunque, al momento, non è un incontro con me che può risolvere il problema".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.