'Un pomodoro per la ricerca', Syngenta sostiene Fondazione Veronesi

SANITÀ
'Un pomodoro per la ricerca', Syngenta sostiene Fondazione Veronesi

(FOTOGRAMMA)

Syngenta, per il secondo anno, ha deciso di affiancare Fondazione Umberto Veronesi, associazione Anicav e Ricrea con l'obiettivo di sostenere la ricerca sui tumori pediatrici attraverso l'iniziativa 'Il pomodoro: buono per te buono per la ricerca!'. La manifestazione, sabato e domenica 30 e 31 marzo, vedrà il pomodoro vero e proprio protagonista delle piazze italiane.


"Oltre a essere tra i principali attori della cucina italiana per la sua bontà, il pomodoro rappresenta da sempre un ottimo ingrediente poiché ricco di fibre, vitamine A e C, sali minerali, antiossidanti e povero di zuccheri - ricorda Syngenta, azienda leader nel settore delle sementi da orto - Contribuisce inoltre al potenziamento del sistema immunitario e alla prevenzione di alcune tipologie di tumore. Ecco perché abbiamo donato bustine di semi di pomodoro, che saranno inserite all'interno delle confezioni contenenti tre diverse tipologie di conserve di pomodoro (pelati, polpa, pomodorino). Dopo il grande successo della prima edizione che ha portato alla raccolta di più di 200 mila euro, sarà possibile acquistare queste confezioni a fronte di una donazione minima di 10 euro in più di 100 piazze italiane, con l'obiettivo di sostenere nuovamente la ricerca nel campo dell'oncologia pediatrica".

Syngenta intende in questo modo "ribadire il proprio impegno nel sostenere un'iniziativa rivolta ai bambini, che rappresentano il futuro del pianeta, attraverso i propri semi per lanciare il messaggio simbolico che una semplice azione può contribuire a far germogliare la speranza".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.