Cerca

Vicini al picco dell'influenza, 795 mila italiani colpiti in una settimana

SANITÀ
Vicini al picco dell'influenza, 795 mila italiani colpiti in una settimana

Milano - Febbre e influenza -

di Margherita Lopes


L'influenza continua a colpire nel Belpaese. Secondo gli esperti dell'Istituto superiore di sanità "ci si avvicina al picco epidemico stagionale". Il numero di casi di sindromi influenzali stimati nell'ultima settimana - dal 27 gennaio al 2 febbraio - è pari a circa 795.000, per un totale dall'inizio della sorveglianza, di circa 4.266.000 casi.

Il livello di incidenza raggiunto si colloca, per ora, "all’interno della soglia di intensità media", precisano gli esperti dell'Iss. L'incidenza totale nel nostro Paese è pari a 13,2 casi per mille assistiti. E ancora una volta i più colpiti sono i bambini al di sotto dei cinque anni, con un’incidenza pari a 39,8 casi per mille assistiti. Ma anche i giovani e gli adulti fanno i conti con il virus dell'influenza: nella fascia di età 5-14 anni l'incidenza è di 28,17 casi per mille, a 15-64 anni è di 10,23 per mille, mentre tra gli individui di età pari o superiore a 65 anni scende a 3,86 casi per mille assistiti. Val D’Aosta, Lombardia, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise e Basilicata sono le regioni maggiormente colpite.

IL PARERE DELL'ESPERTO - "Siamo vicini al picco dell'influenza. Abbiamo raggiunto già i 4,3 milioni di casi, e dunque questa stagione si sta confermando di intensità elevata: arriveremo a 8 milioni di italiani colpiti, confermando così le previsioni". Parola del virologo dell'Università degli Studi Milano Fabrizio Pregliasco, che commenta con l'Adnkronos Salute gli ultimi dati Influnet, diffusi dall'Istituto superiore di sanità.

"Siamo vicini al picco - riprende - ma siamo ancora in fase di ascesa: e questo perché i casi fra i bambini continuano a salire. E l'ondata di freddo di questi giorni incrementerà la diffusione dei virus influenzali. Insomma, ci aspettiamo ancora un aumento dei casi", conclude Pregliasco.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.