Cerca

Coronavirus, "attenzione all'effetto cocktail"

SANITÀ
Coronavirus, attenzione all'effetto cocktail

(Fotogramma/Ipa)

Nel prossimo autunno in Europa "potremmo incontrare l'effetto cocktail tra il ciclo dell'influenza stagionale e quello della Covid-19. Non lo abbiamo incontrato questa primavera e nella comunicazione di oggi sottolineiamo la necessità che gli Stati membri siano preparati, assicurandosi di avere sufficienti scorte di vaccino influenzale, iniziando molto prima la campagna di vaccinazione, ma anche affrontando l'esitazione a vaccinarsi". Lo ha sottolineato la commissaria europea alla Salute Stella Kyriakides, presentando, oggi in videoconferenza stampa a Bruxelles, la comunicazione sulla preparazione in vista di nuovi aumenti dei contagi da Covid-19. 


Contro la pandemia, ha ammonito, "non dobbiamo abbassare la guardia. La scienza ci dice che il Sars-CoV-2 è ancora con noi. Sappiamo che gli Stati membri riportano focolai grandi e piccoli. Dobbiamo prepararci ai mesi autunnali ed invernali: diciamo agli Stati membri, ma anche ai cittadini, che dobbiamo essere vigili".

"Dobbiamo prevenire, non solo contenere - ha continuato Kyriakides - per questo chiediamo agli Stati membri di condurre degli stress test per il tracciamento dei contatti, per l'effettuazione dei test, per la sorveglianza sanitaria. Negli ultimi mesi abbiamo visto le tragiche perdite di vite, abbiamo visto l'impatto sulla vita economica e sociale" delle misure antipandemia. Pertanto, ha aggiunto, "dobbiamo evitare lockdown generalizzati. Dobbiamo proteggere le nostre società e le nostre economie da un'altra ondata come quella che abbiamo visto nei mesi scorsi. Dobbiamo anche continuare con il distanziamento sociale, ad usare mascherine dove mantenere le distanze non è possibile, curare l'igiene delle mani".

"E' una nuova normalità - ha osservato la commissaria Ue - ma con solidarietà, disciplina e spirito di comunità abbiamo dimostrato di essere in grado di affrontare la Covid-19. Stiamo fronteggiando una pandemia globale: non abbiamo il diritto di dire 'questo è troppo, sono stanco'. Vorrebbe dire sprecare tutti i sacrifici che sono stati fatti finora da tutti negli ultimi mesi".

"Dobbiamo costruire uno scudo che protegga i più vulnerabili: ciascuno di noi può fare la differenza. La comunicazione non può sconfiggere la Covid-19, ma in questa battaglia la comunicazione è fondamentale. Dobbiamo evitare lockdown generalizzati", ha concluso Kyriakides. 



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.