Cerca

Zampa: "Coprifuoco? Non mi risulta ma non escludo che si discuta"

SANITÀ
Zampa: Coprifuoco? Non mi risulta ma non escludo che si discuta

(Fotogramma)

"Non mi risulta" che il governo stia pensando al coprifuoco per frenare i contagi da Covid-19, "ma questo non vuol dire che non possa essere uno dei punti della discussione che avviene in questo momento tra il ministro della Salute, il presidente del Consiglio e, immagino, il ministro degli Interni". Lo ha detto la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, intervenuta a Rainews24.


"In questo momento nessuno pensa a un lockdown del Paese. E io credo che siamo in condizione di evitarlo - ha poi spiegato - E che dobbiamo fare in modo che avvenga, con il rispetto rigorosissimo delle norme" anti-Covid. "Meglio rinunciare a uscire, a un divertimento in più, ad andare a trovare gli amici, che" arrivare a "un lockdown del Paese. Ancora possiamo fermare il contagio".

Zampa ha sottolineato la necessità che le eventuali restrizioni di attività siano "accompagnate da misure che sostengono chi di quelle economie vive". Ma ha anche precisato l'importanza di "mettere in piedi un sistema di controllo delle decisioni. Quando si prende una misura, bisogna fare in modo che sia rispettata. E si faccia di tutto per farla rispettare. E perciò che le multe comincino davvero ad arrivare a chi viola quelle regole, in maniera esemplare".

Quanto alla chiusura delle scuole, "può essere un'ipotesi, ma solo nel caso in cui tutte le altre siano state percorse. Un Paese non può decidere come prima cosa di sacrificare la scuola. La scuola è un elemento fondamentale, anche per il benessere e la salute dei ragazzi e delle ragazze".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.