cerca CERCA
Giovedì 23 Settembre 2021
Aggiornato: 18:58
Temi caldi

Salvini: "Accompagnare Paese al voto con governo serio? Noi ci siamo"

11 dicembre 2020 | 13.13
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

"Dare una mano agli italiani sempre e comunque, accompagnare il Paese a nuove elezioni con un governo serio? Noi ci siamo". Matteo Salvini risponde così a chi gli chiede delle parole di Matteo Renzi che in un'intervista a 'El Pais' ha avvertito: "Ritireremo il sostegno al governo" se il premier non farà marcia indietro sul Recovery Fund.

Poi però Salvini sul leader di Italia Viva si affretta ad aggiungere: "Lui non lo commento più, ormai di lui si fidano in tre in Italia".

Parlando con i giornalisti nei pressi del Senato, Salvini dice che "Mattarella è il garante della coesione del Paese, Paese che rischia di spaccarsi", "conto che tutti facciano la loro parte". "Se c'è un governo in grado di governare che governi - sottolinea il leader della Lega - altrimenti diamo la parola agli italiani, non si può pensare di andare avanti due anni con i litigi tra Conte, Di Maio, Renzi e Zingaretti".

"I fondi europei? La Francia ha a disposizione centinaia di pagine di progetto, noi tre paginette. Ho scritto a Conte che sono pronto a confrontarmi, portando idee su scuola, famiglie, imprese, perché tutto il resto di Europa sta correndo, noi siamo fermi ai litigi tra Conte, Di Maio, Renzi e Zingaretti" afferma Salvini. "Conte - aggiunge - mi ha educatamente risposto".

Salvini e Conte si vedranno nei prossimi giorni. Lo rendono noto fonti della Lega, dopo la richiesta del segretario del principale partito di opposizione. Il premier, sottolineano le stesse fonti, ha assicurato a Salvini di "essere sempre disponibile per il confronto con le opposizioni". Il segretario del Carroccio sta prendendo atto, con soddisfazione, che il governo è pronto a rivedere alcune posizioni - a partire dalle limitazioni agli spostamenti nei giorni di festa - così come chiesto a gran voce dalla Lega e da tutto il centrodestra, da Regioni e Comuni.

Sempre nell’ottica di un confronto costruttivo "nell’interesse esclusivo degli italiani", come ha ribadito Salvini, la Lega ha segnalato alcuni emendamenti concreti su infrastrutture, tasse, aiuti a imprese, famiglie, scuola, cultura e disabili. Proposte che Salvini lancerà con l’hasthag #permetteteci, indiretta risposta all’espressione utilizzata dal ministro Di Maio per proporre, contrariamente a quanto deciso dal suo stesso governo, l’allentamento delle restrizioni nei giorni di festa.

Non solo. Il centrodestra compatto, fanno sapere le fonti leghiste, sta già lavorando a una proposta unitaria di modifica della Legge di Bilancio e proporrà un 'Grande Piano di Rilancio per l’Italia', per sfruttare al meglio i fondi italiani ed europei che, sottolineano, non possono essere ostaggi di task force o dei litigi tra Conte e Renzi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza