cerca CERCA
Domenica 22 Maggio 2022
Aggiornato: 15:24
Temi caldi

Salvini: "Lasciamo stare Silvia Romano, nemico è Islam fanatico"

13 maggio 2020 | 11.13
LETTURA: 2 minuti

Per il leader leghista la cooperante è stata "mandata allo sbaraglio e esibita velata da un governo incapace"

alternate text
Fotogramma

"Il problema non è Silvia Romano, una ragazza mandata allo sbaraglio, usata dai terroristi per ottenere soldi e armi, esibita velata alle telecamere di tutto il mondo da un governo incapace di gestire l’emergenza, prima sanitaria, oggi economica e sociale". Così Matteo Salvini, in un post su Facebook, sulla giovane cooperante italiana liberata dopo il sequestro in Africa. "Lasciamo stare Silvia - chiede il leader della Lega - cui auguro vita lunga e felice, e guardiamo al vero nemico, al vero pericolo per i nostri figli, per l’Italia, per il mondo, per la Libertà: l’Islam fanatico , integralista, violento, assassino". "Nessuno spazio, nessuna tolleranza, nessuna pubblicità o sostegno a questi delinquenti che nel nome del loro Dio portano morte, buio e paura in tutto il mondo. Mai più cedimenti ai terroristi, mai più riscatti, mai più silenzi. Viva la Libertà. Sempre", spiega Salvini.

Il leader leghista ha poi ribadito il suo punto di vista in un'intervista a LaC news 24: "Giù le mani da Silvia che è una vittima, ma giustificare che è normale dare soldi ai terroristi, e far tornare in Italia qualcuno che li fa esultare, non mi sembra nell'interesse nazionale", ha detto ancora, continuando: "Io ho solo augurato il bentornato alla ragazza, poi può convertirsi all'islam, importante è che sia tornata a casa da mamma e papà", dice poi replicando alle accuse di aver agitato le acque. "Altra cosa - sottolinea ancora il numero uno del Carroccio - è l'esibizione del governo, che ha fatto un favore ai terroristi islamici, io avrei preferito un atteggiamento più sobrio, Conte, Di Maio e qualcun altro l'hanno esibita in tutto il mondo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza