cerca CERCA
Mercoledì 28 Luglio 2021
Aggiornato: 08:08
Temi caldi

Lo scontro

"Salvini paraculo", lite su Twitter tra sottosegretari

20 maggio 2019 | 15.08
LETTURA: 3 minuti

Scontro tra Manlio Di Stefano e Guglielmo Picchi

alternate text
(Fotogramma/Ipa)

Il caso Sea Watch fa litigare il governo anche su Twitter. Lo scontro questa volta è tra i sottosegretari agli Esteri di M5S e Lega, Manlio Di Stefano e Guglielmo Picchi. In un tweet il grillino nega che il Movimento 5 Stelle abbia avuto un ruolo nello sbarco dei migranti dalla nave della Ong e attacca il titolare del Viminale Matteo Salvini. "2 ipotesi: #Salvini non sa che se sequestra la nave #SeaWatch chi sta a bordo deve scendere per legge oppure fa il solito paraculo. La terza, che da ministro dell’Interno non sappia nulla di quanto accade alla nave è ancora più grave. Il #M5S non ha alcuna responsabilità", scrive Di Stefano.

A rispondergli è il collega leghista Picchi. "Due ipotesi: o @Mov5Stelle fa il solito paraculo o vuole aprire crisi di governo attaccando Salvini. Entrambi comportamenti intollerabili. Ma #26maggiovotoLega...", è la replica del sottosegretario del Carroccio. Che in un successivo post rincara la dose: "Se collega Di Stefano è così insoddisfatto del governo e della Lega come dimostra sua intervista a La Verità può fare due cose: o dimettersi o dire a Di Maio di aprire crisi di governo. Pro Maduro, pro palestinesi, anti Israele, contro F35, contro Tav... un po' troppo... no?".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza