cerca CERCA
Giovedì 30 Giugno 2022
Aggiornato: 12:19
Temi caldi

Salvini: "Tifosi immigrazione istigano alla violenza"

04 febbraio 2018 | 09.31
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma)

''I tifosi dell'immigrazione di massa sono delinquenti e istigano alla violenza. Sono loro a seminare odio e paura. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini al Corriere della Sera, dopo quanto accaduto a Macerata. "Mi sono appena fatto un giro sui siti di informazione e sui social. Ho trovato moltissime reazioni assolutamente condivisibili: tutti condannano ogni episodio di violenza - e io sono il primo - ma tutti collegano questo e altri episodi ai danni dell’immigrazione. Laura Boldrini e Pietro Grasso negano l’evidenza, ma che l’immigrazione fuori controllo porti con sé rabbia e scontro sociale è un fatto. Noi, dal 5 marzo lavoreremo proprio per superare eventi come quello di Macerata''.

Quanto all'assalitore, ex candidato della Lega alle ultime amministrative Salvini dice di aver incontrato ''i nostri candidati al Parlamento. Loro li conosco e per loro posso garantire. Poi, in Italia ci sono 8 mila comuni, mi pare difficile conoscere tutti. Traini era incensurato, ma nella testa delle persone è difficile entrare. Detto questo, a me non interessa se uno che spara è di destra, di sinistra o leghista: il posto suo è la galera''.

Secondo Salvini il problema di Macerata o di ogni altra città ''non è lo sbarco di ieri o quello di domani. È il milione di clandestini che circola: le espulsioni sono soltanto 15 mila all’anno. Così, ci mettiamo 40 anni a espellere chi non ha il diritto a restare. La priorità del prossimo governo sarà questa: invertire il rapporto tra sbarchi ed espulsi''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza