cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:23
Temi caldi

San Raffaele, Rsu, a un anno da accordo organici ridotti e salari tagliati

26 maggio 2014 | 11.59
LETTURA: 3 minuti

alternate text

(Adnkronos Salute) - "A un anno dall'accordo che ha salvato i 244 posti di lavoro, ci ritroviamo comunque con gli organici ridotti e con gli stipendi tagliati". Tornano a protestare i sindacati dell'Irccs San Raffaele di Milano, con un presidio indetto dalla Rsu per la giornata di oggi, dalle 12 sulla spianata dell'ospedale. All'ultimo tavolo di trattativa, venerdì 16 maggio, "l'amministrazione si è sottratta con un pretesto, per l'ennesima volta", si legge nel volantino che verrà distribuito ai lavoratori. "Evidentemente vogliono arrivare fino a dicembre senza regole, senza contratto, senza accordi e lasciando i lavoratori senza incentivi, senza recuperare almeno una parte della decurtazione accettata per salvare i posti di lavoro. Oggi siamo anche senza organici adeguati, oltre che senza stipendio".

"Nell'ultima trattativa - informa la Rsu di via Olgettina - ci è stato comunicato che il bilancio 2013 verrà chiuso con una perdita di 4 milioni. Considerando che il taglio sui nostri stipendi ha coperto un semestre e valeva 12 milioni, il 2014 sarà certamente in attivo grazie ai nostri soldi. Allora è venuto il momento di iniziare a restituire salario ai lavoratori del comparto, per evitare che i nuovi investimenti dell'ospedale San Raffaele vengano fatti con i soldi dei lavoratori, mentre qualcuno si divide i profitti". I sindacati promettono battaglia: "Il tempo del prestito per risanare l'ospedale è finito", avvertono nel volantino. "Non ci vedranno più nei sotterranei dell'aula sindacale. I delegati escono allo scoperto per denunciare l'impossibilità di essere conniventi con chi nega salario e diritti".

Le preoccupazioni dei sindacati "aumentano oggi, che ci è stata preannunciata l'internalizzazione di Blu Energy Milano", società voluta dal fondatore don Luigi Verzé per rifornire di energia il colosso sanitario, "che era una delle società in perdita che lo stesso Tribunale fallimentare aveva, in un primo momento, deciso di mettere nella Bed Co. Siamo ben contenti che gli operai e i tecnici della Blu Energy, insieme a quelli di Hsr Engineering, vengano internalizzati, ma questo non dovrà avvenire né a scapito loro né a scapito nostro", precisa la Rsu.

"Nel pomeriggio - concludono i sindacati - a partire dalle ore 14 in aula San Raffaele, ci saranno rappresentanti del ministero della Salute per parlare dei finanziamenti alla ricerca: una buona occasione per ribadire che anche la qualità della ricerca ha bisogno di professionisti con contratti di lavoro stabili e con una giusta retribuzione. Ma per fare ricerca occorre avere anche organici adeguati nei reparti, affinché oltre al tempo dell'assistenza sia previsto un tempo per il consenso informato e per sviluppare i programmi di ricerca, fondamentali per il progresso delle cure".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza