cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 12:19
Temi caldi

Sangemini: intesa raggiunta, salvaguardata occupazione

03 marzo 2014 | 16.07
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Roma, 3 mar. (Labitalia) - E' stato sottoscritto nella notte di ieri, a Terni, presso la sede di Confindustria Umbria, l'accordo per l'acquisizione da parte del gruppo Norda di Sangemini Spa, Sangemini Fruit e Acque di San Francesco Goggia blu. La nuova società che farà capo a Norda si chiamerà Sangemini Acque.

"E' un ottimo accordo, che allontana il rischio fallimento - commenta Pietro Pellegrini, segretario nazionale della Uila-Uil - per lo storico marchio umbro, salvaguardando al meglio l'occupazione, frutto della grande responsabilità di tutte le parti coinvolte, in primo luogo dei lavoratori interessati. In particolare, l'intesa stabilisce la riassunzione nella nuova società di 95 lavoratori a tempo indeterminato. Il piano industriale per la Sangemini Acque prevede l'ottimizzazione dello sfruttamento delle fonti al fine di recuperare la piena produttività del sito garantendo performance che favoriranno il riposizionamento dei marchi Sangemini nelle fasce alte del mercato".

"Proprio per queste ragioni e per favorire coloro che rimarranno alle dipendenze di Sangemini e Sangemini fruit, è stato innalzato il periodo di diritto di precedenza per essere assunti nella nuova società a 48 mesi. Per questi lavoratori si prevede il ricorso immediato a un periodo di cassa integrazione, oltre l'impegno ad attivare nel più breve tempo possibile la presidenza della Regione Umbria al fine di favorire tutte le politiche attive utili alla ricollocazione dei lavoratori che rimarranno in forza a Sangemini Fruit e Sangemini Spa", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza