cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 23:11
Temi caldi

Sanita': Coletto (Veneto) su tagli, a rischio diritto costituzionale

18 aprile 2014 | 12.11
LETTURA: 2 minuti

Roma, 18 apr. (Adnkronos Salute) - "Con altri tagli alla sanità, puntualmente ricomparsi dopo un mare di smentite, il Governo commette vari sbagli in una volta sola. Siamo molto preoccupati: adesso sono davvero a rischio il diritto costituzionale alla salute in generale e la tenuta dei conti anche nelle Regioni virtuose, come il Veneto". Lo afferma l'assessore alla Sanità del Veneto, Luca Coletto, che è anche coordinatore degli assessori alla Sanità delle Regioni italiane.

"L'errore è madornale - prosegue l'assessore - perché si rischia di togliere alla gente una sicurezza fondamentale, che lo è ancor di più in una congiuntura di crisi come quella attuale; di mettere in croce anche le eccellenze che invece sarebbero un prezioso volano economico utilizzandole come attrazione dall'estero, anche se pare che il nostro Governo non sappia che i Drg del Veneto e di altre Regioni italiane sono assolutamente competitivi rispetto ai costi e alle modalità assicurative che girano nel mondo; di mettere le mani nelle tasche di cittadini che hanno già dato".

"Un Governo che fosse davvero innovatore - prosegue l'assessore veneto - avrebbe dovuto guardare, ad esempio, alla riforma Obama, che ha allargato pur tra mille difficoltà la base assistenziale proprio in un momento di crisi economica degli Stati Uniti. Se qualcosa si deve fare - aggiunge l'esponente di Palazzo Balbi - si deve partire dai fabbisogni e dai costi standard, e comunque ciò che si risparmia va reinvestito nella sanità, non incassato e basta. Basti pensare - conclude - alla necessità di guardare concretamente alle persone in difficoltà economica, ai disoccupati e ai cassintegrati, ai quali sarebbe sacrosanto abbassare o anche togliere del tutto i ticket".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza