cerca CERCA
Mercoledì 29 Giugno 2022
Aggiornato: 21:30
Temi caldi

Sanita': Consolo, lotta a infibulazione deve essere battaglia europea

05 febbraio 2014 | 12.13
LETTURA: 2 minuti

Roma, 5 feb (Adnkronos Salute) - "La lotta contro le mutilazioni genitali femminili deve diventare una battaglia europea: il nostro continente e le nostre civiltà non possono più tollerare nei propri territori questo vero e proprio crimine contro l’umanità". Lo sostiene Giuseppe Consolo, esponente della Fondazione 'LiberaDestra' e padre della legge italiana per la prevenzione il divieto delle mutilazioni genitali femminili, alla vigilia della Giornata mondiale contro questa pratica.

"Questo orribile delitto contro la persona - dice Consolo - è punito penalmente nel nostro Paese fin dal 2006. Ma una vera politica di integrazione europea non può consentire che la legislazione e l’azione giudiziaria su questi temi non sia armonizzata e uniforme: mentre in Francia ci sono state già più di 100 persone condannate, in Gran Bretagna non è mai stato celebrato nemmeno un processo relativo a questa fattispecie di reato".

"La vera prevenzione – conclude Consolo – dev’essere sicuramente culturale e sociale per portare tutti e soprattutto comunità familiari e sociali alla piena consapevolezza, tappa necessaria per aver coraggio di denunciare e di proteggersi. Ma certamente tutta l’Europa, mediante una stretta collaborazione legislativa fra le singole Nazioni, deve unirsi per debellare questo atroce delitto".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza