cerca CERCA
Sabato 29 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:51
Temi caldi

Sanita': Dirindin (Pd), chiusura Opg sfida da affrontare

24 aprile 2014 | 13.16
LETTURA: 3 minuti

Roma, 24. (Adnkronos Salute) - "Vogliamo credere fortemente che quello di oggi rappresenti l'ultimo passaggio obbligato per la chiusura definitiva degli Opg. E' una sfida per tutti noi che dobbiamo affrontare senza pregiudizi a garanzia della tutela della salute di ogni cittadino del nostro Paese". Lo ha detto la senatrice Nerina Dirindin, capogruppo Pd in Commissione Sanità, nella dichiarazione di voto al decreto sugli Opg in discussione nell'Aula del Senato.

"Quando affrontiamo il tema degli Opg - prosegue Dirindin - dobbiamo sempre ricordarci e ricordare alle nostre istituzioni, che parliamo degli Ultimi degli Ultimi, di quelle donne e quegli uomini malati, che comunque hanno commesso reati, ma che per questo non possono essere abbandonati a se stessi. A noi, come istituzioni e come cittadini di un Paese che vuole continuare a definirsi civile, si impone l'obbligo morale e legislativo di restituire a queste persone la possibilità di espiare la propria colpa nei termini previsti dalla nostra Costituzione. Si tratta di garantire diritti civili nel rispetto della dignità delle persone. Sappiamo che per questo ci vuole molto lavoro e un serio coordinamento di settori sensibili dell'organizzazione dello Stato che su questo tema devono abbandonare quell'atteggiamento burocratico dannoso e inefficiente che finora ha impedito nel concreto la definitiva chiusura degli Opg di cui ormai si parla dal lontano 1978".

"Si tratta - sottolinea la senatrice Pd - di operare su due piani paralleli: la programmazione da parte delle Regioni per il recupero individuale delle persone già presenti negli Opg e una stretta collaborazione tra Giustizia e Sanità, una vera cabina di regia, per evitare che altre persone, seppur in via provvisoria, continuino ad essere affidate a questi istituti". Sottolinea l'impegno "a non chiedere nuove proroghe" la senatrice del Pd Donella Mattesini, della Commissione Sanità, nella discussione sul decreto per il superamento degli Opg nell'Aula di Palazzo Madama. "La chiusura degli Opg, che le Regioni ed il Governo hanno l'obbligo di attuare - prosegue Mattesini - rende ancora più urgente ed impellente il rafforzamento dei servizi territoriali. Per questo e' necessario che il ministero assegni subito alle Regioni quei 55 milioni di euro destinati in parte corrente per le assunzioni, così come è indispensabile che all'interno del Patto per la Salute che si sta predisponendo, venga posto dal Governo alle Regioni il tema della salute mentale".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza