cerca CERCA
Giovedì 17 Giugno 2021
Aggiornato: 10:57
Temi caldi

Sanità: focus sulla responsabilità sanitaria al Neuromed

18 aprile 2017 | 17.17
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Focus sulla qualità professionale dell’operatore sanitario e sulla sicurezza ed efficacia delle cure al Parco tecnologico delll’Irccs Neuromed di Pozzilli, Isernia. L'incontro dedicato a 'La riforma legislativa della responsabilità sanitaria', è in calendario il 21 aprile a partire dalle 9. Si partirà dall’approfondimento della legge di riforma recentemente approvata, insieme al primo firmatario della norma, l'onorevole Federico Gelli.

Al convegno, curato da Paola Frati docente di Medicina Legale dell'università Sapienza, parteciperanno il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura e magistrati e avvocati esperti in responsabilità sanitaria, tra cui residente del Tribunale di Isernia, consigliere Vincenzo Di Giacomo e il presidente dell'Ordine degli avvocati di Isernia Marciano Moscardino.

"La tematica della riforma legislativa della responsabilità sanitaria – spiega Paola Frati - è di estrema attualità e verrà analizzata, nel corso del convegno, nei suoi risvolti più innovativi sia dal punto di vista penalistico che civilistico. La Legge Gelli-Bianco vuole essere un importante punto d’incontro fra la necessità di ridurre il contenzioso in materia di responsabilità professionale da un lato e quella di garantire un sistema risarcitorio più efficace nei confronti del paziente dall’altro. Il tutto nel quadro del controllo e riduzione dei costi improduttivi del Ssn legati anche alla medicina difensiva e del raggiungimento di standard di qualità come base della sicurezza delle cure e garanzia del diritto alla salute del singolo. Una 'legge di principio', come sottolineato dall’on Gelli, che vuole definire la sicurezza delle cure come un valore costituzionale, ritenendole parte integrante del diritto alla salute".

"L’importanza del rischio clinico - continua Paola Frati - sottolineata dalla Legge Gelli-Bianco, congiuntamente alla rilevanza del ruolo delle linee guida, costituisce uno dei profili di maggiore novità. In un confronto a più voci, del tutto multidisciplinare, la riforma verrà analizzata anche sotto il profilo civilistico, con un maggiore aggravio di responsabilità per le strutture sanitarie, organizzate o organizzabili tramite il risk management a prevenire e gestire il verificarsi dell’errore medico. Non mancheranno, ovviamente, tutti gli aspetti assicurativi legati a questa nuova visione".

Nel corso dell'incontro, dunque, si confronteranno 'mondi' diversi, come quello della Salute, della Legge e delle istituzioni. Interverranno Vittorio Fineschi, ordinario di Medicina legale dell’Università Sapienza di Roma; Michele Laforgia e il consigliere Michele Nardelli. E ancora. Il presidente di sezione della Corte d’Appello penale di Bari Giancarlo Pecoriello e di altri esperti del settore, come Vincenzo Esposito e Aldo Spallone nonché il direttore dell’Azienda Sanitaria del Molise Gennaro Sosto. L’incontro è accreditato come corso Ecm per tutte le professioni sanitarie e per i praticanti avvocati.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza