cerca CERCA
Giovedì 27 Gennaio 2022
Aggiornato: 07:27
Temi caldi

Sanita': Fp-Cgil, no a riforma Cri fatta su pelle lavoratori (2)

06 marzo 2014 | 15.06
LETTURA: 2 minuti

(Adnkronos Salute) - Per la Fp-Cgil si tratterebbe di "un disastro realizzato in nome di una competitività nel servizio di emergenza e urgenza, fondato sulle convenzioni realizzate con gara d'appalto al massimo ribasso, che mal si concilia con la funzione della Croce rossa. In questo modo - aggiungono Lamonica e Dettori - non si realizza una riforma, ma soltanto un ricatto drammatico sulle persone che lavorano: perdere il lavoro o diritti e retribuzione. Col sistema delle convenzioni e degli accreditamenti non si produce un servizio sanitario migliore e più economico".

"Le Regioni - conclude la nota unitaria - dovrebbero essere aiutate a internalizzare i servizi per produrre risparmio ed efficienza. Il ministero dell'Economia dovrebbe avere un ruolo attivo e i ministeri vigilanti, Salute e Difesa, per quanto riguarda il corpo militare, esaurita la fase del commissariamento, dovrebbero sostenere la Croce rossa nel ritorno alle sue finalità originarie. Se si vuol fare un passo avanti è necessario che ognuno faccia la sua parte".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza