cerca CERCA
Giovedì 24 Giugno 2021
Aggiornato: 18:10
Temi caldi

Sanita': incendio S.Martino Genova, infermieri hanno bloccato propagazione

12 aprile 2014 | 11.18
LETTURA: 3 minuti

Genova, 12 apr. (Adnkronos Salute) L'intervento degli infermieri ha evitato che le fiamme si diffondessero nel reparto Dimi dell'ospedale San Martino di Genova, dove questa notte un paziente è morto in un incendio. Intorno alle 2.50 e il personale ha sentito delle grida al Dimi, è accorso e ha visto fumo e fuoco provenire da una stanza dove era ricoverato un malato terminale oncologico e una donna uscire urlando dal locale con le vesti in fiamme, trascinando un corpo pure avvolto dalle fiamme. Il personale ha soccorso la donna, spegnendo il fuoco sui suoi abiti e provvedendo al ricovero al Centro ustionati dell'ospedale Villa Scassi di Sampierdarena. Per il corpo lasciato a terra dalla donna non c'era più nulla da fare. Si tratta di Marco Tesssier, 63 anni, malato oncologico terminale, compagno della donna.

Gli infermieri hanno subito chiuso la porta della stanza in fiamme, evitando che l'incendio aggredisse altri locali dell'ospedale e hanno provveduto, insieme ai vigili del fuoco, intervenuti con 3 squadre di 5 uomini ciascuna e 2 automezzi, e con agenti di polizia, ad evacuare gli altri 24 pazienti del Dimi. Proteggendoli con lenzuola bagnate, hanno evitato che i pazienti fossero intossicati dal fumo. La direzione ha provveduto a smistarli in altri reparti. Nessuno dei pazienti è rimasto intossicato, 2 infermieri sono passati al pronto soccorso per verificare eventuali sintomi da intossicazione. La donna ha riportato ustioni di secondo e terzo grado alla testa, alle braccia e alla coscia destra. Non è stata in grado di essere interrogata.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza