cerca CERCA
Martedì 28 Giugno 2022
Aggiornato: 03:31
Temi caldi

Sanita': infettivologi, virus Ebola puo' uccidere fino a 90% contagiati (2)

02 aprile 2014 | 16.13
LETTURA: 3 minuti

(Adnkronos Salute) - La famiglia di virus a cui Ebola appartiene, i Filoviridae "non si è certo evoluta nella nostra specie: si tratta di una sorte di 'alieni' - precisa la Simit - che, se casualmente ci infettano, si comportano come 'teppisti disadattati', uccidendo un ospite che per loro non è ne abituale, ne a loro necessario per continuare a perpetuarsi come specie. In realtà le specie conosciute di Ebola sono cinque, di cui solo tre terribilmente patogene e spesso letali, mentre le altre due individuate molto meno pericolose e una, Ebola Reston, praticamente non patogena per l'uomo. Negli ultimi anni si è cominciato a capire che gli Ebola più aggressivi sono probabilmente virus di alcune specie di pipistrelli".

"In natura sono comuni forse, più di quanto si pensi - prosegue il Galli - Il più pericoloso, Ebola Zaire, o Zebov, ha fatto la sua prima apparizione nel 1976, nello Zaire, uccidendo l'88% dei 318 casi. Nello stesso anno nel Sud Sudan sono stati accertati altri 284 casi con il 53% di decessi. Si è in seguito scoperto che si trattava di una diversa specie virale, chiamata Ebola Sudan, che nel 2000-2001 ha causato, questa volta in Uganda un'altra epidemia, la più vasta finora registrata, con 425 casi e il 53% di decessi. Tra il 2004-2007 - ricorda - una nuova epidemia nel Congo data da una nuova specie virale, Ebola Bundibugyo, con 129 casi e il 25% di morti. Poi, dopo altri episodi più circoscritti, causati alternativamente dalle tre specie patogene in diversi paesi africani tra il 2009 e il 2012, quello attualmente in corso in Guinea, sorprendente, perché è l'episodio più settentrionale mai avvenuto e perché, salvo smentite,sarebbe causato da ZEboV". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza