cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 08:15
Temi caldi

Sanita': italiani ai tempi della crisi, curare denti? Meglio lo smartphone (2)

10 maggio 2014 | 12.29
LETTURA: 3 minuti

(Adnkronos Salute) - Le scelte di consumo, osserva Maura Franchi, docente di Sociologia dei consumi nel Dipartimento di economia dell'università di Parma, "tendono ad interpretare nuovi valori. Il consumo diviene soprattutto uno strumento di inclusione, quasi un modo per ridurre le distanze sociali: così spieghiamo l'importanza che si dà oggi alle tecnologie. Tendenza testimoniata anche dalla diffusa pratica del 'selfie', l'autoscatto condiviso. Lo scenario del web esercita oggi uno straordinario ruolo nel diffondere nuovi modelli e pratiche di consumo". In una fase di diffusa incertezza, prosegue, "i consumi tecnologici divengono beni irrinunciabili. I consumi per il benessere non perdono peso, ma si orientano in parte verso altre accezioni e, in questo contesto, può essere privilegiata la 'cura delle relazioni' persino rispetto alla cura del corpo, anche a costo di rinviare interventi per la salute considerati, talvolta impropriamente, non urgenti".

Tra il 2007 e il 2012 "le famiglie che hanno effettuato una spesa odontoiatrica sono calate del 3,31% e la spesa media mensile riferibile alle sole famiglie che hanno effettuato la spesa odontoiatrica è calata del 28,1%", evidenzia Dario Righetti, partner Deloitte e responsabile Consumer Business per l'Italia. Dall'altro lato "il fatturato dei dentisti proveniente dalle famiglie è calato, passando da circa 6,7 miliardi di euro ai 4,9 del 2012. Da questi dati emerge che la spesa odontoiatrica è considerata come un consumo di cui 'si può fare a meno' tranne che per le urgenze. Gli italiani inoltre tendono (in maggior percentuale che in altri Paesi) a non stimare mediamente gravi le loro condizioni dentali e non sono soliti andare dal dentista per controlli e per prevenzione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza