cerca CERCA
Sabato 23 Ottobre 2021
Aggiornato: 20:44
Temi caldi

Sanita': Lorenzin su tagli, non mi dimetto ma daro' battaglia in Cdm

18 aprile 2014 | 10.59
LETTURA: 2 minuti

Milano, 18 apr. (Adnkronos Salute) - "Non ho pensato di dimettermi" per i tagli previsti nella bozza del decreto per il taglio dell'Irpef, "ma ho pensato di combattere per spiegare" che "il Servizio sanitario nazionale ha bisogno di investimenti". Lo afferma il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, intervistata oggi da Giovanni Minoli a Mix24, su Radio 24. Ci sarà dunque battaglia oggi in Consiglio dei ministri? "Direi proprio di sì", risponde Lorenzin.

"Se ci sono tagli sugli acquisti a me vanno bene", spiega, perché nella sanità "ci sono ancora tanti sprechi, per esempio nelle lavanderie degli ospedali, nelle mense, nella gestione dei rifiuti. Ma non si può andare a toccare i servizi primari alle persone". Per Lorenzin serve "la capacità di capire che può essere il ministero della Salute, insieme alle Regioni, a gestire il risparmio in sanità". In questo settore si possono risparmiare almeno 10 miliardi di euro, ribadisce il ministro, ma questi risparmi "derivano da ristrutturazioni, che non si fanno in un mese ma in 3 anni". E a Minoli che le chiede se quando incontra il commissario straordinario alla spending review Carlo Conttarelli per strada cambia marciapiede, Lorenzin risponde con una battuta: "Solitamente lo cambia lui".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza