cerca CERCA
Sabato 25 Giugno 2022
Aggiornato: 10:25
Temi caldi

Sanita' Sicilia: Palermo, initimidazioni ed estorsioni al Policlinico, 2 arresti (2)

28 maggio 2014 | 13.13
LETTURA: 3 minuti

(Adnkronos Salute) - E’ in questo contesto che si inseriscono i primi fatti delittuosi allo stato contestati all’arrestato, quali le minacce rivolte al capo sala del reparto di chirurgia vascolare o quelle indirizzate al capo sala del reparto di terapia intensiva neonatale. Fatti entrambi che si sono verificati durante il servizio degli operatori sanitari che cagionavano il turbamento della regolarità del servizio pubblico e finalizzati ad ottenere con prevaricazione una dichiarazione di avvenuta e soddisfacente esecuzione dei lavori di pulizia svolti. Ancor più gravi sono risultati, a seguito di verifica nell’ambito delle indagini, gli interventi di pulizia e sanificazione negati al tecnico della camera iperbarica e del personale del reparto di chirurgia clinica respiratoria, sempre al fine di assicurare un profitto alla ditta Euroservices, limitando il più possibile gli interventi effettuati per contenere i costi del servizio appaltato.

Vengono contestati, inoltre, a Tuzzolino episodi di estorsione, commessi congiuntamente al correo Anzalone, subiti da numerosi dipendenti della stessa società Euroservices, che, mediante minaccia di licenziamento, di spostamento di reparto o di applicazione del cosiddetto orario spezzato di lavoro in violazione del C.C.N.L. di categoria, sono stati costretti a chiedere la disdetta dell’iscrizione ad un sindacato di categoria maggiormente rappresentativo all’interno della citata azienda, per favorirne il transito forzato ad altro sindacato.

In questa circostanza, peraltro, e' stato cagionato un danno di circa duemila euro., che registrava un calo di iscritti di lavoratori delle pulizie da 113 a sole 8 unità. "Tutto ciò al fine di mantenere un illegale controllo continuo sui singoli lavoratori che venivano ricattati al fine di coinvolgerli nell’opera di occultamento delle irregolarità nell’esecuzione del servizio di pulizia, così come evidenziate e contestate dalla Direzione del Policlinico - dicono gli inquirenti - Le risultanze investigative fin qui emerse, hanno disvelato uno spaccato del clima di illegalità diffusa registratosi durante l’espletamento di una delle attività più importanti per un’azienda ospedaliera, quale quella della sanificazione dei reparti che, se carente, può causare gravi pericoli di infezione ai danni degli stessi pazienti ricoverati".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza