cerca CERCA
Mercoledì 30 Novembre 2022
Aggiornato: 00:50
Temi caldi

Sanremo 2022, Checco Zalone e il finto casting in parrocchia

31 gennaio 2022 | 13.27
LETTURA: 2 minuti

L'attore cerca 7 'spalle', selezioni nella parrocchia di Capurso, in Puglia. Ma è uno 'scherzo da prete'

alternate text

Checco Zalone cerca in parrocchia la spalla per Sanremo 2022? Sembra vero, ma non lo è. L'attore, all'anagrafe Luca Medici, sarà protagonista al Festival. Dalla sua Capurso, in provincia di Bari, rimbalza l'annuncio: questa sera è stato organizzato un singolare casting che si terrà nella parrocchia Ss. Salvatore, si cercano 7 persone che dovranno accompagnare Zalone al Festival. "Non ne so nulla", sorride Amadeus in conferenza stampa a Sanremo. "I parrocchiani -aggiunge- sono benvenuti".

Con un messaggio su Facebook, il parroco don Antonio Lobalsamo, per tutti don Tonio, ha dato appuntamento a stasera, a partire dalle ore 18.00, per scegliere sette parrocchiani. Lo stesso attore e regista ''ha telefonato a don Tonio - si legge nel post - e gli ha chiesto di individuare 7 parrocchiani che vogliano salire con lui sul palco della cittadina ligure per fargli da spalla. I primi 7 che si presentano in chiesa potranno accompagnare il nostro comico''. Annuncio accolto con tanti sorrisi e anche molte aspettative, almeno a leggere i commenti di vari parrocchiani che chiedono di essere selezionati.

''Non dovranno sostenere spese né di viaggio, né di vitto o alloggio, che saranno a totale carico di Checco Zalone - si legge ancora nel post - dovranno essere maggiorenni, vaccinati con green pass e, soprattutto, di bella presenza. Dovranno necessariamente indossare abiti eleganti, da cerimonia. Prima di salire sul palco passeranno dalla sala trucco e parrucco. Sarà il parroco a decidere chi potrà accompagnare Luca Medici e lo stesso don Tonio alla kermesse sanremese. Approfittiamone!'', conclude il post, con una faccina sorridente.

La notizia, in linea con il personaggio, rimbalza ovunque. E allora, visto che è solo uno scherzo, serve la rettifica. "Abbiamo pubblicato su questa pagina un post che... tutti abbiamo letto. Era e rimane uno scherzo. Migliaia di visualizzazioni, condivisioni, decine di messaggi privati, articoli, raccomandazioni per partecipare a Sanremo, telefonate da giornali e tv per rilasciare interviste", si precisa nella pagina facebook della parrocchia "Con calma, fra qualche giorno, chiederemo a qualche esperto di comunicazione di analizzare il tutto", si aggiunge nel post.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza