cerca CERCA
Sabato 04 Dicembre 2021
Aggiornato: 15:56
Temi caldi

Sanremo 'day after', tra soddisfazione cautele e lacrime

11 febbraio 2015 | 16.01
LETTURA: 4 minuti

Il Festival debutta all'insegna della soddisfazione per il "boom d'ascolti", come ha definito il direttore di Rai1 Giancarlo Leone, il 49,34% di share ottenuto dalla prima serata. Carlo Conti invita invece alla cautela: "Dobbiamo ancora pedalare parecchio". Ed Emma Marrone al suo debutto come valletta, non nasconde la commozione: "Non sono così dura, sono una 'frignona'"

alternate text
Carlo Conti ed Emma Marrone durante la prima serata del Festival di Sanremo 2015 (foto Infophoto) - INFOPHOTO

'Day after' all'insegna della soddisfazione di tutti, dal conduttore Carlo Conti al direttore di Rai1 Giancarlo Leone, che ha twittato "ascolti boom" per la prima serata del Festival di Sanremo 2015. Una serata, trasmessa ieri sera su Rai1, che ha fatto registrare il 49,34% di share medio con 11 milioni 767mila spettatori, oltre tre punti percentuali e quasi un milione di telespettatori in più rispetto all'edizione dell'anno scorso condotta da Fabio Fazio e Luciana Littizzetto. "Il festival ha preso tutti i target in maniera importante. Ed è inutile che vi dica l'enorme soddisfazione che provo per questo risultato", afferma Leone durante la tradizionale conferenza stampa del mattino al Teatro Ariston.

"Carlo e la sua squadra hanno saputo intercettare il gusto del grande pubblico, rafforzando e consolidando il rapporto che questo festival ha con gli italiani", prosegue il direttore di Rai1, che già in mattinata aveva espresso la propria soddisfazione per i risultati di ieri sera in un tweet: "Gli ascolti boom del #Sanremo2015 premiano la canzone italiana e riconciliano il Festival con il grande pubblico. Bravi tutti!".

Nel corso della conferenza stampa Leone cita addirittura Lucio Battisti per esprimere l'orgoglio per la tenuta degli ascolti della rete ammiraglia Rai a fronte di una crescita delle reti tematiche negli ultimi tre anni del 9% di share. "Vi ricordate il pezzo di Battisti: 'come fa uno scoglio ad arginare il mare'... Beh, Rai1 in questi ultimi anni è stato davvero uno scoglio che ha arginato il mare perché è riuscita a conservare i suoi ascolti nonostante lo scenario sia completamente mutato".

Ma Carlo Conti modera gli entusiasmi e invita alla cautela: "Dobbiamo ancora pedalare parecchio", dice il conduttore che mostra saggezza e esorta tutti a stare "un po' calmini finché non arriviamo a domenica mattina. Però ora si pedala con il sorriso sulle labbra. Quando mi hanno detto i numeri stamattina ho pensato che fosse la proiezione di quello che poteva succedere nella finale".

"Ieri - aggiunge Conti - ho provato una sindrome nuova, quella del calciatore che tira un rigore e che sa solo il giorno dopo se ha fatto goal. Il rigore di ieri sera è andato in rete stamattina. Mi dispiace per quello 0,7 che non ci ha fatto raggiungere il 50% di share. Non potrà succedere stasera, perché ci sarà calo fisiologico, ma magari ci riusciamo in un'altra serata. Continuiamo così perché evidentemente questo è il festival che il pubblico voleva". Quanto al suo approdo sul palco dell'Ariston dopo anni di 'candidature': "Diciamo che ho detto sì nel momento giusto perché avevo un'idea e un progetto".

Emma Marrone, che ieri sera ha debuttato come valletta della kermesse, non nasconde invece la sua commozione: "Quando mio padre mi ha detto 'Ho visto la donna più bella del mondo' lì ho vinto". E con gli occhi lucidi, dopo aver confessato di essere stata emozionatissima e paralizzata dalla paura in alcuni momenti della serata, aggiunge: "Non sono così dura. Sono una 'frignona'".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza