cerca CERCA
Mercoledì 03 Marzo 2021
Aggiornato: 13:07
Temi caldi

Sanremo senza figuranti? Voci su Amadeus pronto a lasciare il festival

28 gennaio 2021 | 10.56
LETTURA: 2 minuti

Dopo il tweet del ministro Franceschini, il conduttore e direttore artistico valuta gesto clamoroso

alternate text
(Fotogramma)
(Adnkronos)

Amadeus pronto a rimettere il suo mandato di direttore artistico e conduttore del festival di Sanremo? Secondo voci insistenti raccolte dall'Adnkronos all'interno della squadra del festival, il conduttore starebbe valutando il gesto clamoroso, dopo le parole twittate dal ministro Franceschini sul divieto ai figuranti in sala per il Teatro Ariston di Sanremo.

Leggi anche

Amadeus e i suoi, che hanno sempre parlato della difficoltà per gli artisti di esibirsi davanti ad un teatro vuoto, avrebbero sottolineato anche come ieri il ministro della Salute Roberto Speranza non avesse parlato di figuranti, come ha fatto invece Franceschini, le cui parole sono state dunque interpretate come un attacco al festival. Dal momento che - si fa notare da ambienti vicini al festival - molti altri programmi tv vanno in onda con un pubblico di figuranti scritturati.

IL TWEET - "Il Teatro Ariston di Sanremo è un teatro come tutti gli altri e quindi, come ha chiarito ieri il ministro Roberto Speranza, il pubblico, pagante, gratuito o di figuranti, potrà tornare solo quando le norme lo consentiranno per tutti i teatri e cinema. Speriamo il prima possibile", ha scritto il ministro dei Beni culturali e del Turismo, Dario Franceschini, sul suo profilo twitter.

E domani sarà la giornata decisiva per capire come si svolgerà la kermesse canora. Il Comitato tecnico scientifico (Cts) - a quanto apprende l'Adnkronos - si riunirà per prendere in esame la richiesta arrivata ieri dal ministro della Salute Roberto Speranza che ha chiesto agli esperti le indicazioni "sul protocollo di sicurezza per artisti e maestranze" che partecipano alla manifestazione. Non è detto che il Cts non si pronunci anche sulla presenza del pubblico di figuranti scritturati, che quest'anno avrebbe sostituito, causa pandemia, il pubblico pagante o invitato che tradizionalmente siede in platea all'Ariston.

Questione diventata centrale dopo che Speranza - proprio nella nota inviata al Cts - ha detto che per gli spettacoli "che si svolgono nelle sale teatrali" valgono le norme previste dal Dpcm in vigore "che consente lo svolgimento di spettacoli in assenza di pubblico".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza