cerca CERCA
Martedì 28 Settembre 2021
Aggiornato: 04:01
Temi caldi

Santa Maria Capua Vetere, Draghi e Cartabia in visita al carcere

14 luglio 2021 | 07.00
LETTURA: 1 minuti

L'incontro nel pomeriggio nel carcere della rivolta dei detenuti nell'aprile 2020. Dopo le indagini, 52 agenti dovranno rispondere di torture, maltrattamenti e falso

alternate text
Afp

Carcere di Santa Maria Capua Vetere, dopo l'inchiesta che ha portato alle 52 misure cautelari nei confronti dei poliziotti che dovranno rispondere di torture, maltrattamenti e falso, il premier Mario Draghi e la ministra della Giustizia Marta Cartabia visiteranno nel pomeriggio di oggi la Casa Circondariale ‘Francesco Uccella’. L'incontro è previsto per le 16, al termine premier e ministra rilasceranno alcune dichiarazioni.

L'inchiesta era stata avviata a seguito delle denunce, da parte di alcuni detenuti, di violenze avvenute nei loro confronti come "punizione" per la rivolta scoppiata il 6 aprile 2020 a seguito di alcuni casi di positività al Covid in carcere. Molteplici torture pluriaggravate, maltrattamenti pluriaggravati, lesioni personali pluriaggravate, falso in atto pubblico aggravato, calunnia, favoreggiamento personale, frode processuale e depistaggio. Questi i reati dei quali a vario titolo dovranno rispondere i 52 destinatari dell'ordinanza emessa dal gip di Santa Maria Capua Vetere. Violenze definite "degradanti e inumane" messe in atto per "dare un segnale forte".

Le violenze, durate 4 ore, hanno rappresentato una "risposta" della Polizia penitenziaria alle proteste messe in atto il giorno precedente dai detenuti del Reparto Nilo

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza