cerca CERCA
Giovedì 15 Aprile 2021
Aggiornato: 00:42
Temi caldi

Santa Sofia, in centinaia per prima chiamata a preghiera

24 luglio 2020 | 10.35
LETTURA: 1 minuti

I fedeli assembrati a dispetto dell'invito delle autorità al rispetto del distanziamento fisico contro il coronavirus

alternate text
La grande moschea di Santa Sofia a Istanbul (Fotogramma)

Risuona dalla Grande Moschea di Hagia Sophia l' 'adhan', la chiamata rituale alla preghiera islamica. Per la prima volta da 86 anni Santa Sofia, che per volere di Recep Tayyip Erdogan è stata convertita da museo in moschea, ospiterà la preghiera del venerdì. Ed è stata scoperta la targa verde con lettere in oro in turco, arabo e inglese "La Grande Moschea di Hagia Sophia". All'esterno sono già radunate centinaia di persone che sembrano ignorare l'invito delle autorità al rispetto del distanziamento fisico cruciale nella lotta al coronavirus.

Immagini diffuse dall'agenzia ufficiale turca Anadolu mostrano centinaia di uomini e ragazzi nei pressi di Santa Sofia, tante persone 'accampate' sotto al sole nei pressi del museo diventato moschea, con i loro tappeti per la preghiera. C'è chi ha portato anche la bandiera della Turchia e chi indossa una maglietta con la bandiera turca o la scritta 'veterano del 15 luglio', il giorno del fallito golpe di quattro anni fa.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza