cerca CERCA
Domenica 27 Novembre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Sardegna: urne aperte dalle 6,30 alle 22 per eleggere XV Consiglio regionale

16 febbraio 2014 | 10.54
LETTURA: 3 minuti

Urne aperte da stamani alle 6,30 in Sardegna per eleggere 60 consiglieri regionali della XV Legislatura e il presidente della Regione. Le operazioni di voto dureranno per la sola giornata di oggi domenica 16 febbraio e si concluderanno alle 22. Sei i candidati alla presidenza della Regione: Ugo Cappellacci, presidente uscente, per il centrodestra, Francesco Pigliaru per il centrosinistra, Pier Franco Devias per gli indipendentisti di Frinte indipendentista Unidu, Michela Murgia per Sardegna Possibile, Gigi Sanna per Movimento Zona Franca e Mauto Pili per la Coalizione del popolo sardo - Unidos. Le coalizioni, per ottenere un seggio nel palazzo di Via Roma dovranno superare lo sbarramento del 10%, invece per le liste che si presentano da sole la soglia è del 5%.

La legge elettorale prevede un premio di maggioranza per la coalizione che sostiene un candidato presidente che supera, anche di un solo voto, il 25%, avendo così diritto al 55% dei seggi, ovvero 33 consiglieri regionali. La coalizione che arriva oltre il 40% avrà il 60% dei seggi, ovvero 36 consiglieri. Ancora vi è l'ipotesi che i sei candidati non superino il 25% e in questo caso i seggi verrebbero ripartiti in proporzione tra le liste.

Sono 1.480.366 gli elettori sardi chiamati alle urne, di cui 725.305 uomini e 755.061donne. Sul voto pesa come un macigno l'astensionismo, stimato intorno al 40%. E proprio per questo che negli ultimi giorni di campagna elettorale i candidati si sono dedicati soprattutto a convincere gli indecisi e coloro che hanno deciso di non andare a votare. Le operazioni di spoglio delle schede inizieranno domani mattina alle 7. Già intorno alle 11 si avranno le prime proiezioni sul risultato finale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza