cerca CERCA
Giovedì 09 Dicembre 2021
Aggiornato: 00:04
Temi caldi

Champions

Sarri avverte il Napoli: "Dinamo Kiev avversario ostico"

22 novembre 2016 | 15.28
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Maurizio Sarri (foto Afp) - AFP

"Pensiamo a fare risultato, senza fare conti perché in quasi tutti i casi si deciderà tutto all'ultima giornata. Affrontiamo una squadra che non è stata fortunata in Champions ma perde poco, sappiamo che sarà difficile. Dobbiamo pensare solo alla prestazione". E' carico e concentrato per la sfida del San Paolo contro la Dinamo Kiev il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri.

Nella conferenza stampa della vigilia, con il girone B di Champions League che vede i partenopei in testa con 7 punti assieme al Benfica, a 6 il Besiktas con la Dinamo ferma a 1, l'ex tecnico dell'Empoli ammonisce i suoi dall'abbassare la guardia contro gli ucraini: "Sono forti e solidi, l'hanno dimostrato anche in questo girone. Fuori casa fanno spesso risultato, hanno giocatori importanti, anche giovani, ed è una squadra difficile da affrontare. A Lisbona hanno perso 1-0 sbagliando un rigore, a Istanbul hanno pareggiato meritatamente. Non sarà semplice".

Sarri si sofferma poi sul momento degli azzurri in crescita nelle ultime uscite come dimostra il 2-1 al Friuli contro l'Udinese: "Dal punto di vista del gioco non siamo mai morti. Abbiamo perso partite per errori individuali difficilmente preventivabili. I ragazzi sono stati bravi a non considerarsi sfortunati, ma hanno compreso di aver per aver sbagliato in alcune situazioni".

Sfogliando la rosa a sua disposizione, Sarri si sofferma sull'attacco dove è a disposizione Gabbiadini. "Manolo sembra sia uscito dall'infortunio, ma è rientrato ieri in gruppo. Deciderò dopo gli ultimi due allenamenti, viene da due settimane di inattività. Albiol? Vediamo, a Udine non l'ho schierato perché aveva pochi allenamenti nelle gambe. Ora si allena già da qualche giorno con noi".

Infine sulle insidie che possono arrivare dall'11 ucraino che ha in Andriij Yarmolenko il giocatore più rappresentativo: "Non c'è solo lui, hanno anche un centrocampo forte con qualità e quantità con Sydorchuk, Rybalka e Garmash. Hanno giovani forti, non è né un vantaggio né uno svantaggio, i giocatori sono forti o scarsi, non giovani o vecchi", conclude Sarri.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza