cerca CERCA
Venerdì 21 Gennaio 2022
Aggiornato: 13:02
Temi caldi

Calcio: Sarri, ho fiducia totale nella squadra

18 ottobre 2016 | 16.21
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri - AFP

"Ho fiducia totale nella squadra. Nelle ultime due partire non ha fatto bene come invece ha fatto per mesi, può succedere ma abbiamo un'idea di quello che stiamo sbagliando e fiducia di tornare noi nel più breve tempo possibile". Maurizio Sarri non si lascia scalfire dagli ultimi risultati negativi del suo Napoli, reduce da due sconfitte di fila in campionato e atteso domani dalla sfida di Champions contro il Besiktas. Il tecnico resta convinto che la squadra ne uscirà, "senza crearsi grandi problemi perché domani si gioca e servono testa libera e fiducia nei nostri mezzi".

A chi domanda se questo sia il momento più difficile della sua avventura nel club partenopeo, il tecnico risponde: "No, perché l'anno scorso all'inizio avevo molte meno certezze di quelle che ho adesso su questo gruppo, avevo molti più motivi di preoccupazione. Ora so che stiamo attraversando un momento non felice, ma so anche che la squadra è forte e che questo è un gruppo di ragazzi con un alto senso di autocritica, quindi sono più tranquillo e fiducioso in questo momento rispetto a un anno fa".

"Non ci siamo considerati fenomeni fino a 15 giorni fa, né scarsi ora. Non è un dramma, mantenere l'equilibrio nel calcio è difficile ma noi dobbiamo farlo", aggiunge il tecnico. Il Napoli è scivolato a 7 punti dalla Juventus dopo l'ultima sconfitta con la Roma: "Ho detto all'inizio dell'anno che la Juve è di un'altra categoria e l'ho ripetuto più volte. A qualcuno ha fatto comodo estrapolare quella frase in un momento in cui la squadra aveva perso, ma è la stessa risposta che ho dato da luglio", ribadisce Sarri che poi parla di Gabbiadini.

"Manolo deve adattarsi alle caratteristiche della squadra. Sta attraversando un momento difficile, ma fa parte della sua professione e sicuramente ne verrà fuori", spiega il tecnico del Napoli, che scuote Gabbiadini alla vigilia della sfida di Champions League contro il Besiktas. L'attaccante, chiamato a sostituire l'infortunato Milik nel match perso contro la Roma, non ha lasciato il segno. E Sarri lo pungola: "Manolo non si deve adattare a me, ma alla squadra che ha un modo di giocare che io ho solo accompagnato, non imposto. Nessuno vuole andare contro le caratteristiche di un giocatore, ma non c'è nemmeno un allenatore che per le caratteristiche di un solo giocatore ne sacrifica altri 7-8 -fa notare il tecnico-. Poi io non penso che spostarsi di 5 metri in campo significhi passare dal 100% del rendimento al 50%".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza