cerca CERCA
Mercoledì 22 Settembre 2021
Aggiornato: 19:30
Temi caldi

Calcio: Sarri, mio lavoro al Napoli non è ancora finito

30 maggio 2017 | 17.10
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri - FOTOGRAMMA

Il matrimonio fra il Napoli e Maurizio Sarri prosegue. A confermare la volontà di restare alla guida degli azzurri anche nella prossima stagione è stato lo stesso tecnico, oggi al Salone d'Onore del Coni per ritirare il premio Bearzot con il presidente del club Aurelio De Laurentiis. "La mia sensazione in questo momento è di non aver finito al Napoli. Ho un lavoro da finire", ha evidenziato l’allenatore toscano.

D'accordo anche De Laurentiis: "Per il futuro non sono assolutamente preoccupato. Mi sono beccato brutti manifesti quando avevo scelto Sarri, ora sono contento che ci sia un plauso totale per lui: lavoreremo insieme e finché andremo d’accordo non credo ci sia bisogno di parlare della clausola rescissoria", ha spiegato il patron partenopeo.

"Dedico questo premio ai tifosi del Napoli, visto che non sono riuscito a dedicare loro un traguardo che mi piacerebbe molto...", ha detto il tecnico partenopeo, ritirando il premio ‘Enzo Bearzot’ al Salone d’Onore del Coni. "Ho un bellissimo rapporto con i napoletani e la città in generale, una tifoseria che a noi è sempre stata vicina e anche molto matura nel panorama attuale. Ho visto accettare serenamente alcune sconfitte difficili da digerire, segno di grande maturità del nostro pubblico", evidenzia Sarri, che poi scherza: "Come si fa coniugare spettacolo a vittoria non lo posso dire perché non abbiamo vinto…Abbiamo fatto partite divertenti sicuramente e penso che alla base ci sia il divertimento in campo. Solo così si divertono anche gli spettatori. Ho la fortuna di avere 25 ragazzi cresciuti ma bambini dentro. Si divertono ancora con l’amore per la palla come i bambini. Loro si divertono e fanno divertire anche me. L’ultima cosa che penso quando esco da casa e sto andando all’allenamento è che sto andando a lavorare".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza