cerca CERCA
Giovedì 21 Ottobre 2021
Aggiornato: 22:49
Temi caldi

Scarcerazioni, revocati domiciliari a Francesco Bonura

19 maggio 2020 | 17.12
LETTURA: 1 minuti

In applicazione del decreto antimafia approvato in Consiglio dei ministri lo scorso 9 maggio

alternate text
Fotogramma

Il magistrato di sorveglianza di Milano ha revocato la detenzione domiciliare per il boss Francesco Bonura in applicazione del decreto antimafia approvato in Consiglio dei ministri lo scorso 9 maggio. Lo si apprende da fonti del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria.

Il dipartimento per l'amministrazione penitenziaria, sulla base della cui iniziativa il Tribunale di sorveglianza di Milano ha revocato gli arresti domiciliari che erano stati concessi a Bonura per ragioni di salute, ha indicato "la disponibilità" per la sua "collocazione" dei "reparti di medicina protetta degli ospedali Sandro Pertini di Roma e Belcolle di Viterbo, per il trattamento delle patologie del condannato". Lo si legge nel decreto emesso dal magistrato di sorveglianza, sulla base del decreto legge del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede. A giudizio del magistrato di sorveglianza per Bonura "non sussistono più i presupposti per il mantenimento dell'eccezionale regime di esecuzione penale", alla luce del fatto che "si assiste sull'intero territorio nazionale, a una significativa diminuzione dei contagi e delle infezioni da Covid 19, come confermano i dati riferiti alla Regione Lazio" e soprattutto alla provincia di Viterbo dove "viene rilevata una diffusione prossima allo zero".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza