cerca CERCA
Martedì 26 Gennaio 2021
Aggiornato: 17:31

Scienza&Salute: la sfida della Medicina di precisione

08 gennaio 2021 | 17.03
LETTURA: 2 minuti

La Medicina personalizzata "rappresenta un’evoluzione laboriosa e complessa rispetto alla 'medicina' originatasi nei laboratori di genetica (farmacogenomica) e progressivamente applicata ad una gamma sempre più ampia di misure di personalizzazione finalizzate ad orientare la scelta dei protocolli di cura nella direzione della terapia 'cucita addosso' ad ogni paziente. Esigenza, quest’ultima, soprattutto avvertita quando - come spesso accade nelle malattie croniche - i percorsi di cura risultano essere particolarmente onerosi in termini di durata e di costi complessivi". Lo spiega all'Adnkronos Salute l'immunologo Mauro Minelli, professore straordinario di Igiene generale e applicata e referente per il Sud-Italia della Fondazione Medicina Personalizzata. La sfida della Medicina personalizza è stata al centro della la puntata di 'Biomedical Report', la rubrica curata sulla propria pagina Facebook da Minelli. Ospiti: Paolo Marchetti, ordinario di Oncologia dell'Università Sapienza di Roma e presidente della Fondazione Medicina personalizzata; Nello Martini, già presidente dell'Aifa (Agenzia italiana del farmaco) e presidente della Fondazione Ricerca & Salute.

"A parità di patologia un paziente può avere scarsa efficacia ovvero effetti tossici dopo assunzione di un farmaco che, in altri pazienti, funziona invece perfettamente - ricorda Minelli - Analizzando particolari punti del genoma che caratterizzano in ciascun individuo le capacità metaboliche (cioè di elaborazione e di smaltimento) dei farmaci, si saprà in anticipo quale medicina sarà efficace e quale no e a quali dosaggi. Quali effetti collaterali potrebbe causare. E quali e quanti benefici potrà ottenere il paziente se sottoposto a quella specifica terapia. Si pensi ai pazienti anziani. Spesso sono costretti all'assunzione contemporanea di molti farmaci per curare più patologie. Con il rischio che alcuni di essi vadano in contrasto e diminuiscano l'efficacia della terapia. Con la Medicina personalizzata queste informazioni si conosceranno sin da subito, così da ottenere una combinazione di farmaci ottimale. Al paziente - conclude - si eviterà lo stress fisico e psicologico di una terapia in continua evoluzione e al sistema sanitario nazionale un elevato spreco di medicamenti con un conseguente notevole risparmio in termini di spesa".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza