cerca CERCA
Lunedì 04 Luglio 2022
Aggiornato: 08:11
Temi caldi

Scomparsa Guerrina Piscaglia, arrestato don Graziano

23 aprile 2015 | 16.21
LETTURA: 2 minuti

Il religioso, fermato a Roma, è accusato dell'omicidio della donna scomparsa un anno fa dalla sua casa di Ca Raffaello, nel comune di Badia Tedalda (Arezzo)

alternate text
Padre Graziano (foto 'Chi l'ha visto)

E' stato arrestato Don Graziano con l'accusa di aver ucciso Guerrina Piscaglia, la donna scomparsa il primo maggio di un anno fa dalla sua casa di Ca Raffaello, nel comune di Badia Tedalda (Arezzo).

L'arresto del religioso originario della Repubblica del Congo, dato in prima battuta dalla trasmissione di RaiTre 'Chi l'ha visto?', è avvenuto alla vigilia della scadenza dei termini del divieto di espatrio. Per l'ex parroco di Ca Raffaello, al secolo Gratien Alabi, il capo di imputazione è cambiato da favoreggiamento a omicidio volontario e distruzione di cadavere.

Don Graziano è stato arrestato nel primo pomeriggio a Roma, dove dimorava da circa due mesi, dai carabinieri del comando provinciale di Arezzo, in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Arezzo, Piergiorgio Ponticelli.

Secondo la Procura il quadro probatorio nei confronti di padre Graziano è gravissimo, così come emerge dalle "complessive risultanze dell'attività investigativa", sviluppata dal nucleo operativo e radiomobile della compagnia carabinieri di Arezzo.

La scomparsa da Ca' Raffaello della donna mentre andava in parrocchia, a poca distanza da casa, dura ormai da un anno. Due settimane fa vennero ritrovati dei resti umani in un sacco in un piccolo cimitero di Sestino e si pensò che fossero di Guerrina. Ma le analisi dei Ris hanno accertato che quelle ossa appartengono ad un uomo.

Dall'estate scorsa il sacerdote congolese non svolgeva più funzioni pastorali nella diocesi di Arezzo. Dopo un periodo trascorso a Perugia, da da un paio di mesi aveva trovato accoglienza in un convento della Capitale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza