cerca CERCA
Mercoledì 10 Agosto 2022
Aggiornato: 15:12
Temi caldi

Scoperta l'area del cervello che si accende nel dopo sbornia

27 giugno 2014 | 17.53
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Adnkronos Salute) - I neuroscienziati dell'University of Utah hanno identificato la regione del cervello che, dopo una sbornia, ci dice di 'non farlo mai più'. Un messaggio chiaro e forte che di solito si accompagna a un forte mal di testa, nausea e alla sensazione opprimente di dover evitare tutte le bevande alcoliche, almeno fino alla prossima serata con gli amici. E così il ciclo si ripete. Ora gli scienziati hanno scoperto quale area del cervello ci dice 'mai più'.

La speranza è quella di riuscire a dar voce - e amplificare al bisogno - a questa area cerebrale, per portare a un migliore trattamento per l'alcolismo. I neuroscienziati Usa hanno scoperto che quando la habenula laterale è 'disattivata' nei ratti, questi incappano in ripetute sbornie e sono meno in grado di imparare dalle brutte esperienze. "Nelle persone l'escalation del consumo è ciò che, alla fine, separa il bevitore sociale dall'alcolizzato", spiega sul 'Daily Mail' il neurobiologo Sharif Taha. Lo studio, pubblicato online su 'Plos One', ha dimostrato che l'habenula laterale è attivata dalle brutte esperienze. E i risultati suggeriscono che, senza quella specifica regione del cervello 'accesa', si finisce per bere di più, perché non si impara a evitare i problemi che si manifestano nel dopo sbornia.

I ricercatori hanno concluso che è proprio l'habenula laterale ad aiutarci ad associare i postumi di una sbornia con il desiderio di non bere più di nuovo così tanto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza