cerca CERCA
Giovedì 20 Gennaio 2022
Aggiornato: 15:25
Temi caldi

Scrittori: è morto Robert Stone, l'autore de 'I guerrieri dell'inferno'

11 gennaio 2015 | 11.16
LETTURA: 2 minuti

Lo scrittore statunitense Robert Stone, acclamato e pluripremiato autore di romanzi di guerra, è morto ieri nella sua casa invernale a Key West, in Florida, all'età di 77 anni. L'annuncio della scomparsa, come riferisce il "New York Times", è stato dato dal suo agente, Neil Olson, che ha precisato che la causa del decesso è stata provocata da una malattia cronica ai polmoni. Il suo maggior successo è "Dog Soldier", vincitore del National Book Award nel 1975, portato al cinema con il titolo "I guerrieri dell'inferno"(il libro è stato pubblicato in italiano da Bompiani), diretto nel 1978 dal regista Karel Reisz e interpretato da Nick Nolte.

Finalista due volte del Premio Pulitzer, tra i libri di Stone si ricordano "Una bandiera all'alba"( 1981), tradotto da Sperling Kupfer e con cui vinse il Premio Pen/Faulkner, "Children of Light" (1986), "Outerbridge Reach" (1992, "Orso e sua figlia"(1997), raccolta di racconti edita in italiano da Einaudi nel 2002, "Porta di Damasco(1998), apparso da Einaudi nel 1999, "Baia delle anime",(2003), edito da Sartorio nel 2007. Nel 2007 ha pubblicato il libro di memorie "Prime Green: Remembering the Sixties". Nel 1982 ottenne il Premio Dos Passos alla carriera. Esordì nel 1967 con "A Hall of Mirrors".

Nato a New York, nel quartiere di Brooklyn, il 21 agosto 1937, Stone ha frequentato una scuola cattolica, dove si è "innamorato del linguaggio" e ha iniziato a descrivere in forma narrativa le proprie esperienze. Non ha finito il liceo, espulso perché, ha confessato, "bevevo troppa birra ed ero un ateo convinto". Nel 1955 si è arruolato in marina, e più tardi ha vissuto a New York e a New Orleans.

Nel 1959 ha sposato Janice Burr, con cui ha avuto due figli. Nel 1962 ha vinto una borsa di studio per un corso di scrittura creativa alla Stanford University e in California è diventato amico di molti esponenti della Beat Generation, da Ken Kesey a Neal Cassidy, Jack Kerouac e Allen Ginsberg. Nel 1971 è stato corrispondente di guerra in Vietnam, esperienza da cui è nato "Dog Soldiers", con il quale Stone ha vinto il National Book Award. Da allora si è dedicato completamente alla scrittura, visitando per lunghi periodi il Messico e altri paesi dell'America Centrale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza