cerca CERCA
Mercoledì 28 Settembre 2022
Aggiornato: 00:01
Temi caldi

Scuola: Censis, intonaci che crollano e amianto, migliaia di istituti a rischio

31 maggio 2014 | 11.33
LETTURA: 2 minuti

Intonaci che crollano, rubinetti che perdono e vetri rotti. Ma anche seri problemi strutturali: preoccupano i dati sullo stato della nostra edilizia scolastica. Degli oltre 41.000 edifici scolastici statali, il Censis stima in 24.000 gli impianti (elettrici, idraulici, termici) che non funzionano, sono insufficienti o non sono a norma. Sono 9.000 le strutture con gli intonaci a pezzi. In 7.200 edifici occorrerebbe rifare tetti e coperture. Sono 3.600 le sedi che necessitano di interventi sulle strutture portanti ("tra queste mura 580.000 ragazzi trascorrono ogni giorno parecchie ore") e 2.000 le scuole "che espongono i loro 342.000 alunni e studenti al rischio amianto".

Edifici malandati e vetusti: più del 15% è stato costruito prima del 1945, altrettanti datano tra il '45 e il '60, il 44% risale all'epoca 1961-1980, e solo un quarto degli stabili è stato costruito dopo il 1980.

Secondo i 2.600 dirigenti scolastici consultati nell'ambito di una indagine del Censis, per il 36% degli edifici è prioritario avviare lavori di manutenzione straordinaria. Ma nella maggioranza dei casi (il 57%) l'esigenza è dare continuità agli interventi di manutenzione ordinaria. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza