cerca CERCA
Lunedì 23 Maggio 2022
Aggiornato: 07:27
Temi caldi

Scuola: Damiano, governo mantenga promessa sui 'quota 96'

27 agosto 2014 | 14.02
LETTURA: 2 minuti

"Sui quota 96 della scuola il governo aveva fatto una promessa e le promesse - pur nelle more delle ristrettezze finanziarie - è sempre bene mantenerle". E' l'auspicio espresso, in una dichiarazione all'Adnkronos, dal presidente della commissione Lavoro della Camera Cesare Damiano, in vista del provvedimento sulla scuola con cui il governo dovrebbe annunciare l'assunzione di 100.00 precari.

Con l'avvicinarsi del consiglio dei ministri di venerdì, Damiano rivolge due richieste al presidente del Consiglio: "in primo luogo chiedo a Renzi di dire che fine faranno gli insegnanti di quota 96 e di dire con chiarezza se il governo ha davvero intenzione di assumere 100.000 insegnanti precari. Io aggiungo che l'annunciato provvedimento sulla scuola è l'occasione per porre riparo all'errore commesso dal governo Monti con la riforma Fornero a carico di 4000 insegnanti. Quindi esorto Renzi a fare uno sforzo, arrivare a quota 104.000 assunzioni e sanare così un'ingiustizia grave"

"Il secondo luogo chiedo a Renzi e alla ministra Giannini di mantenere alta l'attenzione sul tema dell'alternanza scuola-lavoro: tradotto in soldoni, invito il governo a migliorare una norma - che esiste già ed è stata voluta dal Pd - che consente di assumere giovani che frequentano l'ultimo biennio della scuola secondaria superiore, attraverso la stipula di contrati di apprendistato. Ripeto: la misura - ha concluso il presidente della commissione Lavoro - operativa in termini sperimentali e per il momento riguarda solo alcune grandi imprese, bisogna favorirne l'espansione anche attraverso incentivi mirati".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza